Laboratorio Analisi Lepetit

Due ordini del giorno sulla Prenestina bis al Consiglio del VII

Saranno dibattuti nella seduta di mercoledì 14 ottobre 2009
Enzo Luciani - 13 Ottobre 2009

Il Consiglio del VII municipio convocato per le ore 16,30 di mercoledì 14 ottobre 2009   discuterà i seguenti due ordini del giorno, il primo, presentato dal Gruppo Consiliare PDL, ed il secondo presentato dai Gruppi Consiliari: P.D. – G.M. e Lista Civica. Ecco il testo di entrambi

ORDINE DEL GIORNO  (Presentato dal Gruppo Consiliare PDL) “ Interramento della tratta interessata Via Prenestina Bis “ 
Premesso che: l’Amministrazione sta procedendo alla realizzazione della nuova Prenestina Bis, il cui progetto è stato approvato il 27 ottobre 2006, la cui gara è stata indetta il 21 novembre 2007, con conseguente aggiudicazione avvenuta il 6 agosto 2008 ed i cui lavori sono stati consegnati in data 23 marzo 2009, con una previsione di spesa netta pari ad euro 6.168.000;

nell’ambito di tale opera, che prevede sostanzialmente la realizzazione di una nuova sede stradale completamente a raso, sono in corso le procedure finalizzate all’espropriazione per pubblica utilità; 

Considerato che: nel tratto compreso tra Via Targetti e Via Falk, il nuovo asse stradale attraverserà il parco Tor Tre Teste e i due campi di calcio dell’ASD Nuova Tor Tre Teste, almeno così come previsto nel progetto definitivo; l’eventualità che il tratto della Predestina Bis passi attraverso il parco suddetto sta destando molte preoccupazioni nei cittadini del quartiere a causa del forte impatto che l’opera avrà sull’ambiente e sull’area verde interessata dall’opera stessa; è stata paventata la possibilità, anche a seguito di verifiche preliminari in corso, non preclusive, effettuate dalla Soprintendenza Archeologica di Roma, di procedere alla realizzazione dell’opera nel tratto suddetto con soluzioni progettuali alternative alla soluzione a raso;  Visto che:  l’Assessore ai LL.PP. ha inviato, agli uffici tecnici competenti, con nota prot. n. 4420/09, una richiesta di verifica di fattibilità di soluzioni progettuali alternative a quelle a raso, relativamente alla nuova Predestina Bis     IL CONSIGLIO DEL VII MUNICIPIO IMPEGNA  Il Sindaco e l’Assessore ai LL.PP., vista anche la nota citata in premessa, ad intervenire affinché venga presa in considerazione la possibilità di realizzare il tratto di Via Prenestina Bis, compreso tra Via Targetti e Via Falk, adottando soluzioni progettuali non a raso, ovvero soluzioni che prevedano l’interramento della tratta interessata, onde limitare l’impatto dell’opera stessa sull’area verde ivi esistente.                                                                    ORDINE DEL GIORNO (presentato dai Gruppi Consiliari: P.D. – G.M. e Lista Civica Realizzazione Prenestina Bis  Premesso che Il Comune di Roma ha bandito una gara d’appalto per un ammontare di circa 10 milioni di euro al fine di realizzare un importante asse viario per il quadrante est della città denominato “Prenestina Bis”;  Tale opera è fondamentale per alleggerire il traffico automobilistico sulla Via Prenestina nel tratto dalla Via Palmiro Togliatti al GRA sia ad evitare il traffico di passaggio all’interno dei quartieri ivi esistenti;  Il 3 Agosto 2007 la Giunta Comunale ha approvato una memoria nella quale individuava alcune criticità  progettuali e ribadiva la necessità di reperire le risorse necessarie per migliorare il progetto iniziale della “Prenestina Bis” in quanto i principali nodi di completamento e ottimizzazione sono:  1) La rampa in direzione A2 Roma-Napoli del nuovo svincolo sul GRA previsto nel progetto della viabilità  in corso di esecuzione nell’ambito delle opere di cui alla convenzione “Mistica” (non è ancora stato definito dal Dipartimento VI un tracciato alternativo di innesto rispetto a quello originale viste l’interferenze archeologiche). 2) Il raccordo tra la viabilità proveniente dal GRA, attraverso il nuovo svincolo di cui sopra, e la Prenestina Bis-carreggiata in direzione centro città- che è prevista in progetto impegnando una rotonda all’altezza di Via Longoni (al fine di  ottimizzare tale raccordo è opportuno separare i flussi di traffico della Prenestina Bis con quelli di Via Longoni e della vecchia Prenestina realizzando un’idonea infrastruttura). 3) Il tratto della Vecchia Prenestina, di sviluppo pari a 300 m., compreso tra il deposito dell’ATAC e Viale Palmiro Togliatti (occorre provvedere all’allargamento di detto tratto per ottimizzare il livello di servizio della stessa). 4) L’incrocio Togliatti-Prenestina dove oggi esistono 3 tempi semaforici (a seguito di 2 atti del Municipio Roma VII su tale problema il Comune di Roma pensava di procedere alla realizzazione di un sottopasso tra la Prenestina e la Palmiro Togliatti connesso alla riqualificazione del Centro Carni). 5)La relazione tra l’asse stradale principale e la viabilità di contorno nel tratto interessato dall’edificato (occorre prevedere la realizzazione di una viabilità complanare nel tratto interessato).   I cittadini hanno più  volte manifestato le loro perplessità inerenti alcune scelte tecniche e progettuali dell’opera, in particolare riguardanti la tempistica di realizzazione nelle sue varie fasi, le considerazioni circa l’impatto ambientale dell’opera sul territorio e il collegamento con le infrastrutture viarie già esistenti;  Il Consiglio del Municipio VII ha votato la Mozione n. 8 del 26.10.2007 con la quale si chiede il superamento dei punti di criticità esposti nella memoria di Giunta del 3 Agosto 2007, il crono programma della realizzazione dell’opera e il parziale interramento della Prenestina Bis nel tratto del centro abitato;  Il Consiglio Comunale ha votato un Ordine del Giorno collegato alla delibera per la ripartizione dei fondi della legge su “Roma Capitale” con il quale si chiede all’Assessore al Bilancio di predisporre una variazione di bilancio di circa 1,5 milioni di euro per l’interramento parziale della Prenestina Bis e collegamento con incrocio Via P.Togliatti derivanti da fondi precedentemente destinati ad altre opere e non più necessari.  Visto che Il 23 Settembre 2008 sulla  base del Decreto di esproprio delle aree interessate alla realizzazione della viabilità alternativa alla Via Prenestina (cosiddetta Prenestina Bis) con interconnessione viaria al GRA, alla zona industriale delle vie, dell’Omo, Longoni, Tor tre Teste, Falck, Targetti, II stralcio (opcm 3543/2006), i relativi proprietari dovevano farsi trovare per la presa in possesso delle aree da parte del Comune di Roma.  Considerato il fatto che Ad oggi nonostante le numerose richieste da parte del Municipio e dei cittadini non si è  avuta dall’Amministrazione Comunale  nessuna risposta formale sui punti di criticità sopra esposti né sulla copertura finanziaria  per l’interramento dell’asse viario nel tratto di Via Falck e Via Targetti, come richiesto con  la mozione del Consiglio Municipale n. 20 del 21 Ottobre 2008; 
  Visto che ad oggi non è chiaro se l’Amministrazione Comunale utilizzerà parte dei proventi derivanti dalla vendita del Centro Carni per il riassetto dei nodi viari del VII Municipio;  Tutto ciò  premesso e considerato  IL CONSIGLIO DEL MUNICIPIO  IMPEGNA 
  Il Sindaco e l’Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Roma affinché vengano reperite le risorse nel bilancio 2010 del Comune di Roma per interrare il tratto compreso tra Via Falck e Via Targetti della Via Prenestina bis così come richiesto dai cittadini e dal VII Municipio.

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti