E’ morto il professore Giovanni Conso. Martedì 4 agosto 2015 camera ardente alla Corte Costituzionale

Il ricordo del Presidente dell'Accademia Nazionale dei Lincei
di R. V. - 3 Agosto 2015

La salma del Prof. Giovanni Conso, deceduto questa notte a Roma, sarà esposta nella camera ardente allestita presso la Corte Costituzionale, martedì 4 agosto dalle ore 10.30 alle 13,30.

Le esequie si terranno mercoledì 5 mattina alle ore 11.00 nella Basilica di Santa Maria degli Angeli a Roma.

GiovanniConsoProfessore ordinario di procedura penale, Giovanni Conso era stato nominato Giudice Costituzionale il 25 gennaio 1982. Eletto presidente il 18 ottobre 1990, aveva esercitato le funzioni fino al 3 febbraio 1991. E’ stato ministro della Giustizia del governo Amato (12 febbraio – 28 aprile 1993) e del governo Ciampi (28 aprile 1993-16 aprile 1994), e presidente dell’Accademia dei Lincei.

“L’accademia Nazionale dei Lincei, – dichiara il presidente Prof. Alberto Quadrio Curzio – di cui Giovanni Conso fu presidente per sei anni, ne ricorda la personalità esemplare per dedizione alle Istituzioni ed alla scienza in quella vocazione di etica civile che mai gli venne meno, anche in momenti molto difficili della sua vita. Ai Lincei egli fu testimone e continuatore fedele ed acuto della pluricentenaria tradizione del nostro Sodalizio anche quale portatore di alta cultura umanistica unita ad una profonda sensibilità umana espressa sempre in uno stile signorile. Il suo ricordo, unito ad affetto e stima profonda, rimarrà nella memoria della ANL che ne rievocherà nel nuovo anno accademico  la figura e l’opera”.

“E’ con profondo cordoglio che mi unisco al dolore della famiglia per la scomparsa del Professor Giovanni Conso,  – scrive in una nota Gina Di Liegro, assessore al Turismo di Roma Capitale – fondatore e presidente emerito della Fondazione Internazionale Don Luigi Di Liegro. La sua competenza e la sua passione hanno sempre accompagnato le nostre scelte, ed anche in tempi recenti, benché fisicamente provato, non ha mai fatto mancare il suo sostegno morale ed il suo sempre lucido consiglio. Lo ringrazio per il percorso fatto insieme e per l’impegno dedicato alla promozione della solidarietà testimoniata e realizzata da Monsignor Luigi Di Liegro”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti