Francesco Sirleto primarie V municipio

Eletti Coordinatore e Vice dei Centri Sociali Anziani nel VII Municipio

Affronteranno una situazione di grave criticità per i servizi sociali anziani
di Damiano D’Angeli - 22 Giugno 2011

Dopo i risultati delle votazioni per l’elezione dei comitati di gestione dei centri sociali anziani e del collegio di garanzia del VII Municipio,  alle ore 10 di martedì 21 giugno presso la Sala Consiliare Municipale di via Prenestina sono stati eletti il Coordinatore e il Vice Coordinatore dei centri sociali anziani del VII Municipio.

Il ruolo di Coordinatore sarà ricoperto da Alberto Passeggeri mentre quello di Vice Coordinatore da Massimo Terpolilli, ed entrambi entreranno in carica alla fine di luglio per la durata di tre anni.

Il loro compito sarà quello di coordinare l’attività dei dieci centri anziani del municipio (Lepetit, Morandi, Testa, Casacalda, Frassini, Alessandrino, Petroselli, Federici, Manfredi e Pertini) e di curare i rapporti con il Comune di Roma; ed ancora sarà primaria la tutela degli anziani e dei loro interessi, l’intensificazione dei rapporti con i presidenti dei singoli centri anziani e lo sviluppo di nuove iniziative.

I centri sociali anziani del VII Municipio fanno parte di quel campo dei servizi sociali che con la mancata approvazione del bilancio comunale stanno subendo ulteriori disagi.

Il Municipio per assenza di fondi ha dovuto interrompere sia i soggiorni estivi per gli anziani, sia la pulizia dei locali, alla quale i soci devono provvedere a proprie spese. I lavori di manutenzione sono completamente interrotti, basti pensare che da mesi il campo di bocce del Centro Anziani “Sandro Pertini” a Centocelle è inutilizzabile. Nella maggioranza dei centri anziani del municipio ci sono problemi di allaccio alla rete fognaria e quando vengono organizzate delle feste, i bagni si intasano completamente, fino ad arrivare ai centri come quello di Tor Tre Teste che sono inaccessibili da anziani portatori d’handicap. Diversi esempi che illustrano una situazione al collasso, alla quale l’Ufficio Tecnico del Municipio può rispondere solo per i piccoli interventi e che vede il XII Dipartimento del Comune di Roma completamente sordo ai lavori che sono di sua competenza.

Un Centro Sociale Anziani dovrebbe essere un servizio sociale che offre “un’ opportunità di socializzazione e di incontro, anche fra diverse generazioni, attraverso attività ricreativo – culturali, ludico – motorie, di laboratorio artistico – espressivo, di educazione alimentare e sanitaria” ( www.municipioroma7.it ), definizione teorica che di questi tempi sembra essere sempre più lontana dalla realtà.

Anche in questa direzione di cura e salvaguardia dei centri anziani, sono significative le parole del neo Vice Coordinatore eletto Massimo Terpolilli: “bisogna aprire nuovi orizzonti al lavoro dei centri anziani”. 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti