Elezioni amministrative 2009

I risultati nella provincia di Roma
Enzo Luciani - 9 Giugno 2009

In controtendenza con l’andamento delle Europee, i comuni superiori ai 15.000 abitanti della provincia di Roma tengono nel centro sinistra.

A Monterotondo, eletto il candidato del centrosinistra Mauro Alessandri, con il 56% delle preferenze. Il candidato del centrodestra Antonino Gatto è stato sconfitto con il 43,99% dei voti.

A Frascati, il candidato del centrosinistra Stefano Di Tommaso è diventato sindaco al primo turno con il 50,35% dei voti battendo il candidato del centrodestra Vincenzo Conte con il 22,65%. 

A Palestrina, il sindaco eletto è Rodolfo Lena (Pd-Idv-Udc-Liste civiche) con il 65,9% dei voti. Seguono Agostino Galdi (Pdl-La Destra-Liste civiche) con il 31,1%, Gualtiero Alunni (Rifondazione comunista-Sinistra europea-Comunisti italiani) 1,31%, Felice Alesa (Lista civica Progressisti per Palestrina) 1,01%.

A Guidonia e Fontenuova il nuovo sindaco si deciderà al ballottaggio. Nel primo comune il candidato del centrodestra Eligio Rubeis è in testa con il 36,18%, davanti al candidato del centrosinistra Michele Pagano, al 24,19%. Il sindaco uscente Filippo Lippiello (sinistra-verdi) è al 16,3%. A Fonte Nuova la sfida al secondo turno è tra il candidato Graziano Di Buò (centrodestra) con il 49,12% e quello del centrosinistra Agostino Durantini con il 32,38%. 

Tra i maggiori comuni, solo ad Anguillara Sabazia (comune che sfiora i 15.000 elettori) stravince Antonio Pizzigallo, nuovo sindaco di centrodestra con la lista civica sostenuta da Pdl-Mpa-La Destra. Con 5.763 voti (53%) Pizzigallo ha nettamente distanziato il candidato sosteuto dal Pd Di Gioia (29,4%).

A Mazzano Romano (2.258 elettori) Remo Mercatili è stato eletto sindaco per la lista civica ‘Nuovo Impegno, nuove prospettive’, superando Giuseppe Capuani (Pdl) per 5 voti. Mercatili ha ottenuto 638 preferenze (pari al 34,43), Capuani invece 633 (il 34,16).

I cittadini hanno premiato le proposte del centrosinistra e la responsabilità del Pd, già impegnato al governo di alcune città". Questo il commento di Bruno Astorre, assessore ai Lavori Pubblici della Regione Lazio.
Per Astorre il dato decisivo è l’alleanza con l’Udc, che “laddove costruita con un ponderato lavoro politico, ha prodotto grandi frutti” conducendo al ballottaggio di Guidonia e alla vittoria del candidato sindaco a Rocca Priora, a Palestrina, a San Vito e a Genazzano.
"Credo che queste amministrative – conclude Astorre – abbiano dimostrato che il buon governo e la capacità di mediazione tra gli interessi di tutti possano condurre solo novità positive per il popolo del centrosinistra e del Partito democratico. Intanto, hanno ragione Nicola Zingaretti e Piero Marrazzo: in provincia di Roma, nel Lazio, la maggioranza dei cittadini vuole il governo delle forze moderate e progressiste".

Adotta Abitare A

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti