Elezioni, il 26 e 27 maggio si vota per le comunali

Rocca: "più soldi spesi e meno giorni di scuole per gli alunni". Alemanno: "mi ricandido senza paracadute"
Enzo Luciani - 23 Gennaio 2013

Il Ministro Cancellieri ha indetto la data per le elezioni comunali. Il 26 e 27 maggio si voterà in 655 comuni tra cui Roma, Catania, Siena, Udine. L’eventuale ballottaggio ci sarà il 9 e 10 giugno.   

"Come promesso – ha annunciato il sindaco di Roma Gianni Alemanno in un tweet- non mi sono candidato al Parlamento. Senza paracadute mi ricandido a sindaco per aiutare Roma ad uscire dalla crisi". A criticare le date per le elezioni Federico Rocca Consigliere di Roma Capitale.

"Eravamo concordi – ha commentato -all’election day per risparmiare soldi ma così non è stato, quindi per le politiche e le regionali si vota il 24 febbraio, ora con le comunali il 26 e 27 maggio ed eventuale ballottaggio a giugno gli alunni perderanno tantissimi giorni di scuola, anzi credo che ci arriverà direttamente ad una chiusura anticipata rispetto alla data prevista per il 12 giugno. Quindi più soldi spesi e meno giorni di scuole per gli alunni. Mi chiedo se quando si emanano dei provvedimenti si tengono in debita considerazione tutti gli aspetti. Le elezioni penalizzaranno l’attività scolastica di migliaia di bambini e nessuno dice nulla, poi nei programmi tutti si affannano a scrivere istruzione, famiglia ecc.

Dar Ciriola asporto

E’ giunto il momento di dare seguito con azioni concrete a quanto si scrive e si dice. Francamente ritengo che sarebbe opportuno spostare la data al 9 e 10 giugno, 10 giorni non cambierebbero nulla, ma oramai i giochi sembrano fatti, pertanto ringraziamo ancora una volta gli artefici di questa intelligente decisione". 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti