Ennesimo avvallamento a Villa Bonelli

Santori(Pdl): "“dopo Via Fuggetta e Via Benucci, in Via Statella VV.FF. dispongono senso unico alternato”
Enzo Luciani - 26 Settembre 2012

“A Villa Bonelli credo che sia necessario prestare la massima attenzione e non è questione di inutili allarmismi ma di una doverosa denuncia pubblica che scaturisce dai numerosi casi che in queste ore si stanno moltiplicando nella zona. Qui siamo a un’emergenza e il tentativo di minimizzare i dissesti idrogeologici a poco serve se i residenti della zona ogni giorno si trovano a combattere con strade chiuse e sistemi fognari che crollano”, così dichiara in una nota Fabrizio Santori, Presidente della Commissione Sicurezza Urbana di Roma Capitale.

“Ieri in serata è stato disposto il senso unico alternato in Via Statella dai Vigili del Fuoco e dal XV Gruppo della Polizia Locale di Roma Capitale – prosegue Santori – e siamo a pochi passi dalla scuola Sciascia, interessata pochi giorni fa dal cedimento di un pilastro, e da Via Benucci e Via Fuggetta, arterie di Villa Bonelli chiuse al traffico da settimane per il cedimento di alcuni tratti del sistema fognario. Via Statella incrocia oltre che Via Fuggetta anche la oramai rinomata Via Giannetto Valli, chiusa per un tratto al traffico pubblico veicolare per i dissesti idrogeologici già riscontrati da Municipio e Provincia e inserita dalla Regione Lazio e dal Ministero dell’Ambiente nei siti a rischio nell’ambito del decreto Ventotene. Siamo nel quartiere Portuense, dove poi la tragedia di Vigna Jacobini richiede da parte di tutti la giusta sensibilità nel comprendere timori e apprensioni della cittadinanza”.

“Oltre a un problema di sicurezza – insiste Fabrizio Santori – c’è un disagio quotidiano che vivono i residenti della zona, oramai prigionieri di cantieri improvvisi e di strade chiuse, e che subiscono ogni giorno imbottigliamenti ed ore di attesa in automobile. Credo che senza strumentalizzazioni sia il caso di coinvolgere, oltre che i Vigili del Fuoco, anche la Provincia nelle verifiche delle parti sotterranee di Villa Bonelli e insistere presso la Regione Lazio per richiedere l’ulteriore stanziamento di fondi necessari alla messa in sicurezza dell’intero quadrante. Questa premura la chiediamo anche al Presidente Paris, senza polemiche ma con determinazione, in favore di Portuense e dei suoi residenti”

“Intanto – conclude la nota – sto predisponendo un esposto circostanziato delle aree a rischio da mettere all’attenzione degli organi competenti, compresa ATAC e AMA, al fine di richiedere il passaggio di vetture nell’area il più possibile meno ingombranti e dunque più idonee alla grave condizione in essere di tutto il quartiere”.
 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti