Eurolega: la Virtus Roma sconfitta di misura contro il Pau Orthez

Lottomatica ad un passo dall’eliminazione dalla competizione europea di basket
di Davide De Felicis - 8 Marzo 2007

1- David Hawkins, foto www.virtusroma.it

PAU (Francia), 7 marzo 2007 – La Lottomatica torna a casa dalla trasferta francese con la consapevolezza che solo la matematica le sta dando ancora la possibilità di sperare nell’accesso alle otto più forti d’Europa. La sconfitta 74-69 sul campo del Pau Orthez ridimensiona notevolmente ogni ambizione di grandezza di una Roma che ora non può che mangiarsi le mani per le tante, troppe occasioni sprecate in questa top 16. Ma andiamo alla partita.

Roma sempre senza coach Repesa, ha in panchina la coppia Frattin-Saibene, la stessa della vittoriosa trasferta di domenica scorsa contro Bologna. Roma parte bene. Concentrazione e tenacia sotto canestro sono il biglietto da visita della squadra capitolina, ma la grande imprecisione al tiro dalla media e l’imbarazzante 20% da tre finale, bloccano la Virtus in quella che sarebbe stata, secondo capitan Tonolli, la partita della svolta.

Il Pau è una squadra molto concreta che finalizza il più possibile, cerca subito di mettere alle corde Roma con alcune mosse tattiche molto intelligenti tra le quali far commettere ad un lungo Virtussino (Askrabic) 3 falli nei primi 4 minuti mettendolo di fatto praticamente subito fuori dal match.
L’Orthez cerca di fuggire prendendosi nel primo quarto un break significativo che costringe immediatamente Roma a far entrare in campo Bodiroga e Stefansson. La mossa si rivela giusta,ed infatti i due tiratori romani mettono subito un parziale di 10-2 importantissimo che non fa perdere il contatto con i francesi. Roma si sveglia, inizia a giocare con grinta e tenacia, continua a sbagliare molto, ma sotto canestro è devastante. Si va al riposo con un canestro di Garri che riporta la partita in parità.

Il terzo quarto si apre come si era concluso il secondo, ovvero con la Virus a mille che con Chatman e Chiacig portano Roma addirittura al più quattro. Il Pau si sente sfuggire la partita di mano. Tenta un allungo e ribalta il corso della partita portando l’Orthez sul 68-62. Hawkins prende allora in mano la Virtus andandosi a cercare i falli per riportare Roma fino al -1.

Sempre il numero 7 della Virtus ha in mano il cosiddetto pallone-partita, ma sbaglia il tiro al termine di una convulsa e forse troppo lunga azione. Roma rimane sul -3. Sanders ha la possibilità di chiudere la partita per i francesi, ma la sua mano lo tradisce lasciando a Roma l’azione del possibile aggancio.

Chatman mette il turbo con un coast to coast alla ricerca di due punti vitali ed immediati, ma proprio a causa dell’eccessiva rincorsa l’appoggio del play della Lottomatica va fuori. Sanders non grazia Roma una seconda volta e tutto solo mette il canestro che affossa definitivamente Roma per il 74-69 finale.

Tabellino.
Pau-Orthez: Fauthoz, D’Almeida 3, Greer, Johnsen 9, Ferchaud 14, Miles, Rupert n.e., Mahinmi 5, Vaty n.e., Wright 15, Sanders 17. All. Herbert.
Lottomatica Roma: Giachetti, Tonolli, Righetti 4, Bodiroga 14, Garri 10, Cinciarini n.e., Stefansson 6, Gabini, Chiacig 14, Askrabic 1, Chatman 11, Hawkins 9. All. Saibene.

Adotta Abitare A

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti