Evitato sgombero alloggio a San Saba

L’alloggio dell’Ater stava per essere occupato da tre cittadini italiani
Enzo Luciani - 3 Maggio 2012

Ieri, 2 maggio verso le 20, è stato evitato lo sgombero di un alloggio dell’Ater, in zona San Saba e restituito al legittimo proprietario, in attesa di assegnazione. L’occupazione è stata segnalata da alcuni cittadini "Episodi come questo testimoniano che quando c’è collaborazione tra cittadini e forze di polizia il meccanismo non si inceppa ed i risultati si vedono all’istante” – lo dichiara in una nota Fabrizio Santori, Presidente della Commissione sicurezza di Roma Capitale, che plaude “all’eccellente operazione congiunta del I gruppo e del GSSU dei caschi bianchi, che ha consentito un intervento immediato, efficiente ed efficace, evitando che un bene pubblico finisse nelle mani di prepotenti e scaltri che credono che la legge sia solo un proforma o un elenco di parole prive di senso.”

“L’alloggio dell’Ater stava per essere occupato da tre cittadini di nazionalità italiana che sono riusciti solo a forzare la porta d’accesso, poiché prontamente bloccati, identificati e denunciati per occupazione illecita di immobile. Da quel momento, inoltre, prima gli agenti del I Gruppo e da questa mattina quelli del GSSU hanno piantonato l’immobile e lo hanno riconsegnato all’Ater attendendo il ripristino delle condizioni di sicurezza della porta d’ingresso, per scongiurare il ripetersi di tali gravi accadimenti. Invitiamo tutti i cittadini ad avvisare subito le forze dell’ordine in caso notino tentativi di scassi ad alloggi vuoti, perché solo così sarà possibile intervenire subito ed evitare di rimanere intrappolati in lunghe e farraginose prassi che lasciano ampio respiro a chi occupa” – conclude Santori.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti