Expo2015, il Premio Internazionale Meronis nel Cluster Bio-Mediterraneo

Tra i premiati l’ad di Rai Com Luigi De Siervo, il direttore del tg2 Marcello Masi, il direttore del settimanale Oggi Umberto Brindani e il campione azzurro Alessandro Altobelli
Redazione - 27 Luglio 2015

Il vino come arte, la terra come fonte di ispirazione. Si è svolto mercoledì 22 luglio il Premio Internazionale Meronis che, per la sua terza edizione, ha scelto la naturale cornice di Expo 2015, all’interno del Cluster Bio-Mediterraneo. Promosso e organizzato da Cantina Moronia, il Premio Internazionale Meronis ha visto la premiazione di diversi personaggi che, nella propria professione, si siano distinti nella valorizzazione del patrimonio enogastronomico italiano.

NDVD_045La serata, ideata dal presidente di Cantina Moronia Gianfranco Grieci e condotta da Barbara Laurenzi, è stata preceduta dal convegno ‘Venti anni di agricoltura insieme’ pensato per celebrare l’anniversario di F.Agr.I. – Filiera agricola italiana, associazione di categoria che unisce 110mila imprese agricole a livello nazionale. Al convegno, dedicato all’importanza del lavoro agricolo in tutte le sue forme e moderato da Roberto Salvini, hanno preso parte l’onorevole Mario Caruso di Area Popolare e l’onorevole Pd Giovanna Palma e, in rappresentanza di Fagri, Antonio Grieci, Andrea Bottaro e Giovanni Colugnati.

Come ogni anno, il Premio è stato suddiviso in diverse categorie. Per la sezione Televisione e vino è stato premiato Luigi De Siervo, amministratore delegato di Rai Com, ed ha ritirato il premio Massimo Gorla di Rai Expo. Per la sezione Cultura e Vino hanno ricevuto il premio il direttore del tg2 Marcello Masi e il sommelier Moto Hayashi. Per la categoria Giornalismo e vino, sono saliti sul palco il direttore del settimanale Oggi, Umberto Brindani, e il direttore del bimestrale A Tavola, Manuel Silzer.

NDVD_041Nella sezione Imprenditoria e vino è stato premiato il pastificio De Matteis, primo in Campania e tra i primi cinque in Italia. La categoria Sport e vino ha visto la premiazione del campione della nazionale azzurra ’82, Alessandro Altobelli, mentre il riconoscimento per la sezione Storia e vino è andato al presidente dell’Ice Riccardo Monti.

Ha ricevuto il premio nella categoria Internazionalizzazione e vino il commissario generale del governo di San Marino per Expo2015, Mauro Maiani. Nella sezione Arte e vino, infine, sono stati premiati Giorgio Mercati, perito agrario specializzato nella creazione di ambienti interamente in materiale naturale, ed Ezio Pasqualetto, maestro sciabolatore e ambasciatore europeo della Royale Confrerie Prestige Des Sacres.

La serata si è conclusa con una cena di gala con i prodotti offerti dal pastificio De Matteis, partner del Premio, e dalle aziende siciliane rappresentate nel Cluster Bio-Mediterraneo. I piatti sono stati accompagnati dai vini di Cantina Moronia tra i quali il Bianco D’Angelo, docg Fiano d’Avellino, medaglia d’argento al Vinitaly 2012, e il Donna Carmela, un Irpinia Aglianico Campi Taurasini doc, premiato con un diploma di gran menzione al Vinitaly 2014.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti