Falcone e Borsellino, Mondaini e Vianello – Questione di lati – I biscotti di Federica Pellegrini

I Fatti e i Misfatti di agosto 2011 di Mario Relandini
Enzo Luciani - 11 Agosto 2011

 Falcone e Borsellino, Mondaini e Vianello

"L’avere cambiato il nome del parco da "Parco Falcone e Borsellino" a "Parco Mondaini e Vianello" – ha creduto di spiegare il sindaco di Parma, Pietro Vignali – è stata una scelta della toponomastica e non della Giunta comunale".

Come dire ai tantissimi che lo hanno contestato: "E io che c’ entro? Tutta colpa della signora toponomastica che me lo ha imposto". E, dunque, come dire: "Cari contestatori, a me, oltre a prendere decisioni tragicamente farsa, piace anche di prendere voi per i fondelli. Di contare su quanti non sanno che cosa sia esattamente la toponomastica e che la toponomastica non è una signora con più poteri di me. A me piace, soprattutto, sputare sulla memoria di due eroici servitori dello Stato". Complimenti, allora, al sindaco di Parma, Pietro Vignali, per la sua strafottente insipienza. Senza – beninteso – togliere nulla ai meriti – altri meriti – di Sandra Mondaini e di Raimondo Vianello. I quali – là dove ora sono e intelligenti come sono sempre stati nella vita – si saranno certamente indignati per primi.

Questione di lati

"Monica, 16 anni, da Verona – è stato reso noto – ha conquistato, in un concorso promosso da una discoteca di Vicenza, la fascia con la scritta "Miss lato b best boody contest".

La sedicenne Monica di Verona, insomma, ha conquistato , detto in italiano e in parole più chiare, il titolo di più bel sedere d’Italia. Ma – si sono chiesti in molti – non sarebbe meglio che, a sedici anni, una ragazza non pensasse già che i valori della vita – e il successo – siano tutti racchiusi nel "lato b" e non anche , almeno un po’, nel "lato a" e – cioè – nella testa, nel cervello, nell’intelligenza, nella cultura? E, soprattutto, non sarebbe stato meglio che il suo genitore – invece di incentivarla e di accompagnarla a quel concorso, addirittura di applaudirla dalla platea e di dichiararsi orgoglioso dopo la sua vittoria – l’avesse consigliata verso prove e successi di ben altro nobile spessore? Domande più che legittime. Ma questo è il mondo, oggi, bellezza..

I biscotti di Federica Pellegrini   "Federica Pellegrini e Filippo Magnini – ha rivelato il settimanale "Diva e donna" – hanno trascorso insieme una notte d’amore, a Roma, dopo la festa di compleanno della campionessa".

"Che cosa fa Federica Pellegrini – va ripetendo, in uno spot televisivo, una nota marca di biscotti – quando non nuota?" Adesso si sa che non si linita a mangiare biscotti.

Adotta Abitare A

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti