“Ferentino è” dal 17 al 20 settembre 2015

Il programma completo della manifestazione giunta alla IX edizione
di Carla Guidi - 16 Settembre 2015

Per chi non conosce la zona, “Ferentino è” costituisce una vera occasione per fare esperienze gratificanti, approfondire conoscenze storiche ed archeologiche ma anche poter fare un’immersione nella cultura popolare, nelle tradizioni folkloristiche, con spettacoli, concerti ed infine gustare soddisfacenti opportunità enogastronomiche.

ferentino1La manifestazione, giunta alla IX edizione, presenta un nutrito cartellone di appuntamenti, che si svolgeranno dal 17 al 20 settembre prossimi, con apertura e visite guidate ai monumenti, eventi musicali, rievocazioni storiche, tutte iniziative che si svolgeranno nel centro storico della Città.

Il Sindaco Antonio Pompeo tiene a sottolineare quanto questo Progetto valorizzi gli storici luoghi della città e le sue tradizioni, e quindi desidera ringraziare pubblicamente le tante persone, Associazioni, la Pro Loco, gli uffici comunali, le ditte per le manutenzioni che hanno affiancato l’iniziativa del Comune attraverso entusiasmo, disponibilità e collaudata organizzazione.

manifestoPROGRAMMA:

  • Il 17 e 18 settembre, nell’antico Quartiere di S. Lucia, davanti alla più antica Chiesa Ferentino, si rinnova l’appuntamento con Cantine Aperte un percorso enogastronomico a cura di Associazioni, Comitati, residente vecchi e nuovi, cioè l’apertura delle caratteristiche “Fraschette” con degustazioni di prodotti tipici locali, gestite dalle numerose associazioni, coordinate dalla Pro Loco.
  • Sabato 19 programma articolato su tre location nel centro storico: Piazza Matteotti, serata d’onore, ospiti, interviste, esibizioni di compagnie di danza, moda, musica e intrattenimento, simboli della contemporaneità. Madrina-presentatrice della serata Zaira Montico. Collaborazioni: Accademia di Belle Arti Corso di Fashion Design, Boutique Dell’Olio. Orchestra del Conservatorio Licinio Refice Frosinone. Esibizione della Compagnia Flamenco Tango Neapolis con Danilo Maddalena. Ospiti: Gabriella Germani e Gaetano Curreri, ai quali sarà consegnata una targa artistica, opera del prof. Vncenzo Ludovici. In chiusura di serata, protagonista Gaetano Curreri, leader degli Stadio, piano e voce, con una carrellata dei suoni successi. Al Vascello, lo spettacolo della Carnaval Orquesta e dalla mezzanotte Dj Osso di m2o accompagnato dal dj della famosa emittente. In Piazza Mazzini, la musica popolare e tradizionale con il concerto dei Musicisti Basso Lazio. Ospite il maestro Gianni Perilli.
  • Domenica 20 settembre con inizio dalle ore 16.00 al Vascello, il Palio di san Pietro Celestino, la Giostra dell’Anello con i Cavalieri delle storiche Porte che si contenderanno il Palio in una prova di destrezza. Al corteo partecipano: Banda Città di Ferentino – Sfilata Gruppi Ferentino: San Celestino – Nobile Compagnia Musica Viva – Gruppi storici contrade di Anagni. Sbandieratori dell’Associazione il Mosaico – Banda Antica Città di Segni. Info evento tel. 0775-245775

ferentino muraFerentino è arroccata su di un colle che domina la vallata del fiume Sacco (l’antico Trerus), crocevia tra la direttrice Nord-Sud (tramite l’antica Casilina e la moderna Autostrada del Sole) e l’Est-Ovest (l’Anticolana ed attualmente la superstrada Ferentino – Sora – Avezzano). Le sue origini sono antiche ed avvolte nel mistero, poiché rappresenta innanzitutto un particolare sito archeologico costituito da un circuito di mura megalitiche lungo 2,4 chilometri, le cosiddette mura ciclopiche composte da enormi blocchi di pietra posati a secco, perfettamente incastrati l’uno sull’altro. La leggenda narra di una mitica fondazione da parte del dio Saturno che, essendo stato cacciato dall’Olimpo visse qui, diffondendo le arti e le tecniche. L’etimologia stessa del nome Ferentinum (dal latino ferre produrre) sembra alludere alla fertilità del luogo ed alla laboriosità delle sue genti.

ferentinolapideQui tra il VI e il IV secolo a.C. Ernici, Volsci e Romani combatterono aspre battaglie e qui ebbero i natali illustri personaggi, primo fra tutti Aulo Irzio, luogotenente di Giulio Cesare, console romano e scrittore. Risalgono al periodo romano il Mercato Coperto, il Teatro, il Testamento di Aulo Quintilio Prisco, le tracce delle antiche terme, i resti dell’acquedotto e del basolato stradale della via Latina. All’Alto Medioevo invece risalgono la Cattedrale dedicata ai Santi Martiri Giovanni e Paolo, edificata sui resti di un antico tempio pagano e di una precedente chiesa cristiana; allo stesso periodo risale anche l’abbazia gotico cistercense di Santa Maria Maggiore, prototipo per la costruzione della Abbazia di Fossanova. Al Basso Medioevo risale il Monastero di Sant’Antonio Abate, fondato da Celestino V, che ospitò le sue spoglie prima che fossero traslate nella vicina chiesa di S. Agata, dalla quale poi furono trafugate verso l’Abbazia di Collemaggio. A Ferentino resta tuttavia il cuore di Celestino, custodito presso il monastero delle suore Clarisse ed in onore del Santo si celebra annualmente il tradizionale Palio, in programma domenica 20 settembre. La storia prosegue ed altri interessanti monumenti possono essere visitati in un’occasione come questa.

Foto di Valter Sambucini

 

 

 

 

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti