Dar Ciriola asporto

Festa autunnale al parco delle Energie

Il 27 settembre, organizzata dal Centro sociale dell’ex Snia, dal Comitato per il Parco e dai ragazzi del CEMEA
di Letizia Palmisano - 2 Ottobre 2009

Domenica 27 settembre 2009, al parco delle Energie si è tenuta l’oramai tradizionale festa stagionale, organizzata grazie alla collaborazione del Centro sociale dell’ex Snia, del Comitato per il Parco e con la collaborazione dei ragazzi del CEMEA.

Tanti i volontari ed i partecipanti di tutte le età che hanno animato la giornata al parco delle Energie, ex Snia, sulla via Prenestina, accompagnata da una bella giornata di sole.

La festa si è aperta con la mattinata dedicata alla la pulizia dei prati e dei viali, a cui hanno preso parte anche dei neofiti del parco. Come hanno sottolineato gli organizzatori, anche il crescente impegno dei cittadini nella manutenzione del giardino “un buon segno perché significa che il Parco delle Energie sta diventando sempre più importante come uno dei pochi spazi verdi del nostro quartiere”.

I volontari hanno, poi, arricchito il verde del parco piantando alcuni ulivi, che si sono aggiunti a quelli già messi a dimora prima dell’estate, e innaffiati a turno dai frequentatori del parco. “L’iniziativa – hanno commentato dal comitato promotore – vuole rafforzare il senso di appartenenza nei bambini che avranno un ‘amico’ in più da andare a trovare nel parco. Inoltre speriamo che sia di buono auspicio per quanti stanno partendo in questi giorni ad aiutare gli agricoltori palestinesi per la raccolta delle ulive, unico mezzo di sopravvivenza per parte di questa popolazione”.

Per i più piccini la mattinata ha visto aprire l’animazione con il ciclo-carro-nave dei pirati, già usato durante il Campo estivo organizzato presso Centro sociale, e che è stato preso d’assalto dai bambini per un giro del parco. E ancora giochi e attività varie per i bambini: chi disegnava, chi costruiva aquiloni, chi giocava a pallone o saltava con la corda.

Mentre per gli adulti l’appuntamento è innanzitutto servito per riannodare le fila di tante attività nel quartiere, interrotte durante l’estate: le lezioni d’italiano per stranieri, gli incontri delle donne al consultorio, i gruppi di genitori che chiedono più asili nido.

La festa è stata poi l’occasione per presentare il progetto il “GIUSTO GUSTO” incontri e seminari dedicati all’educazione alimentare e che potrebbe dar luogo alla nascita di un Gruppo di Acquisto Solidale – G.A.S. presso il Centro sociale e il progetto “COMPOST-SNIA”, che prevede la raccolta e il riutilizzo dei rifiuti organici, per la produzione di compost che verrà realizzato alla Snia.

Nel pomeriggio il parco ha ospitato l’assemblea sul futuro del parco, sul quale sono state espresse alcune perplessità e formulate alcune domande “aperte” alle amministrazioni locali, che riportiamo:

Adotta Abitare A

– Chi e che cosa ospiterà la Casa del parco, ormai completata?

– Si rispetteranno le linee guida presenti nel Contratto di quartiere per la destinazione degli spazi (ludoteca, archivio storico,…)?

– Per il “Quadrato“, lo spazio polifunzionale in costruzione, verrà messo il Forum Territoriale Permanente in condizione di poterlo gestire come previsto dal progetto europeo?

– Quando saranno realizzati la nuova area cani e il campetto da minibasket?

Per avere risposte certe a queste domande il Comitato del parco ha proposto, a conclusione della giornata, una pacifica “invasione” dell’Aula consiliare, in occasione del prossimo consiglio municipale.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti