Festa di fine estate a Nuova Tor Vergata

Venerdì 18 settembre 2009 in via Santo Mazzarino
di Riccardo Faiella - 22 Settembre 2009

Dopo gli appuntamenti di Casilino 23, Casale Rosso e Colli Aniene, si è conclusa, venerdì 18 settembre a Nuova Tor Vergata, in via Santo Mazzarino, la Festa di fine estate. L’iniziativa, a cui è stato dato il nome di Quartieri in festa, promossa dall’AIC (Associazione Italiana Case), nell’ultima giornata, dopo varie esibizioni (animazione bambini, spettacolo del comico Ridolini) e una spaghettata in piazza, ha riservato un degno epilogo.
Sul palco, e non solo, ha recitato la compagnia teatrale Gruppo Teatro Essere, di Tonino Tosto. “Bruscolini, mostaccioli, caramelle” il loro spettacolo, che è stato definito in una recensione sul Corriere della Sera di qualche anno fa, come un “Bentornato varietà”.

E in effetti la scrittura di Tonino Tosto ci riporta nell’atmosfera “becera, sguaiata, ma anche gioiosa e divertente” dell’avanspettacolo dell’immediato dopoguerra, palestra ideale di artisti indimenticabili come Totò, Macario, Carlo Dapporto, Renato Rascel, Wanda Osiris e Nino Taranto, i quali, anche per queste loro frequentazioni, sono diventati “grandi”.

Un varietà del genere molti non lo conoscono e non l’hanno mai visto, per questo lo definiscono antico, ormai “andato”; ma al contrario è stato un precursore della modernità, perché il pubblico interagiva con gli interpreti. Oggi non si fa altro che parlare di tv e cinema interattivi, ma non si sta inventando nulla. Quel varietà era uno spettacolo interattivo.

E in ricordo di quel mondo incantato e pieno di speranze, composto da gente che dopo tanta guerra aveva solo voglia di divertirsi, Tosto & Company ridanno i colori a quel quadro in bianco e nero. Ti capita così di stare bene e meglio seduto, in attesa che inizi lo spettacolo, e a destra un “pazzo” comincia a lamentarsi: “Ahò, ma quando comincia?”. Sulla sinistra un altro “rompiscatole” risponde: “E capirai, tanto è sempre uguale”. Tu in mezzo, stai buono e zitto e all’improvviso la luce di una torcia elettrica ti abbaglia gli occhi: “A regà, volete sta zitti! – ti fa la mascherina – Lo spettacolo sta per cominciare”. Prima però vorresti comprare almeno un po’ di bruscolini. “Dov’è il bruscolinaro? L’avevo visto. Ah, eccolo là. Ma che fa, sta andando via. No, sale sul palco. Ho capito”.

E il palcoscenico si riempie di colori che abbracciano tutto lo spettro visibile all’occhio umano, tra spezzati e completi neri, body, piume e paillettes. La fauna che lo calpesta è così varia che va da un metro e sessantacinque a due metri; da gambe lunghe e filiformi a curve fin troppo generose; si spazia tra i quarantotto chili e non so quanto (e poi non si dice!). Anche l’età è ampia. Dalle più giovani, come Eleonora Tosto (beata lei!), agli interpreti più maturi. Ma tutti bravi e comunque sbeffeggiati dalle impietose battute degli altri attori sparsi tra il pubblico.

Che magico odore. Odore di varietà.

Il prossimo anno il Gruppo Teatro Essere farà una tournée in Argentina. Toccheranno diverse città e nella capitale Buenos Aires si esibiranno al Teatro Cervantes. Due gli spettacoli in programma: Roma libera e Italia in cantata.

Invece, Tonino Tosto e sua moglie Susy Sergiacomo, dal 26 dicembre al 31 gennaio saranno impegnati al Teatro dell’Angelo nella commedia In nome del Papa Re. Si tratta dell’adattamento teatrale del capolavoro cinematografico di Luigi Magni il quale, per la prima volta, ha concesso il permesso per la versione teatrale, curata da Antonello Avallone. 

Adotta Abitare A

GRUPPO TEATRO ESSERE
Bruscolini, mostaccioli, caramelle
di Tonino Tosto
musiche Danilo Pace 
con: Susy Sergiacomo, Lucia Tesei, Sauro Rossini, M. Grazia Corruccini, Pino Leoni, Piero Ferruzzi, Eleonora Tosto, Lucia Batassa, Tonino Tosto, Giuseppe Laudisa, Giorgia Pace, Germana Padoan, Giulia Ferruzzi 
Pianoforte Patrizia Troiani; Chitarra Danilo Pace e Coreografia Gabriele Villa


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti