Farmacia Federico consegna medicine

Festaperta

Lunedi 14 settembre ore 21 largo Agosta
Enzo Luciani - 8 Settembre 2009

“Festaperta” è l’evento che il 14 settembre a largo Agosta coinvolgerà tutti gli avventori, grandi e piccoli, come attori di una serata fuori dal tempo e dagli schemi, tra canto e musica, ma, soprattutto, guidati dall’idea di trascorrere del tempo in compagnia e riappropriarsi dei luoghi quotidiani, facendoli rivivere e diventare punto d’incontro di culture e tradizioni di vecchi e nuovi cittadini. L’appuntamento è organizzato dalle Associazioni Methexis, Circolo Gianni Bosio e Koinè Mediterranea.
Sara Modigliani coinvolgerà tutti, intonati e stonati, proponendo l’idea su cui si fondano l’esperienza della ‘Sbanda del Bosio’ e del neonato ‘Coro Multietnico Balzani’, ossia “tutti possono cantare”. Con l’occasione verrà presentato nel VI Municipio il Coro Multietnico Balzani, diretto da Sara Modigliani e Felice Zaccheo, esperienza nata nell’ultimo anno che ha avuto subito un gran successo sia per la partecipazione sia per il clima, aperto e festoso, che si è creato all’interno del gruppo.

Protagonista della serata sarà sicuramente il Circolo Gianni Bosio, conosciuto a Roma e a livello internazionale, con il suo lavoro sulla memoria, la trasmissione orale e le tradizioni popolari.

La festa vedrà la partecipazione di artisti quali Piero Brega, cantautore romano, voce storica del Canzoniere del Lazio; Maura Guerrera, maestra di “canti e incanti siciliani”; Giampiero Giamogante, poeta improvvisatore in ottava rima, il quale con i suoi allievi coinvolgerà il pubblico in una lezione aperta che porterà i partecipanti a battersi a suon di rime.
Il Coro Balzani e quello dei bambini “Se…sta voce” proporranno alcuni pezzi del loro repertorio, dalla tradizione popolare italiana fino ai canti di terre lontane, e chiuderanno l’esibizione cantando insieme un brano in cui saranno i bambini a trascinare gli adulti.La serata si chiuderà con la Brassmati Aw!rkestra, un ensamble acustico di dieci elementi formato da ottoni, ance e percussioni che si fonda sulla ricerca creativa e sul “fraintendimento musicale”, che trae dal pubblico la linfa per un percorso inatteso e coinvolgente.
Gli organizzatori ringraziano per la collaborazione le Associazioni Fusolab e Laboratorio53.

In caso di pioggia l’evento si sposterà all’interno della Libreria Rinascita, viale Agosta 36.

 

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti