Figliomeni – De Priamo (FDI): “Palesi contraddizioni su riapertura canili ai volontari”

Redazione - 19 Maggio 2020

“Dopo lo spiraglio che sembrava essersi aperto ieri 18 maggio 2020, stanno emergendo delle palesi contraddizioni in merito alla riapertura dei canili e gattili comunali e alle strutture convenzionate, ai volontari delle associazioni animaliste.

“Alcune tra le maggiori associazioni operanti nel settore, quali Enpa, Animalisti Italiani e Acl, hanno presentato un protocollo congiunto alla Asl Roma3, unica competente in materia sanitaria, mai preso in considerazione mentre invece  l’Amministrazione intende adottare il protocollo interno del gestore, peraltro molto restrittivo rispetto alle persone che più si sono prodigate in questo ambito.

“Tra l’altro, in attesa di capire il ruolo di alcuni dipendenti e delle questioni connesse con il gestore, risulta che associazioni non iscritte all’albo ufficiale depositato presso la Regione Lazio, quindi senza requisiti, potranno accedere ai canili di Muratella e Ponte Marconi, mentre diversi volontari delle associazioni animaliste riconosciute non sono presenti nella lista delle persone che potranno svolgere il loro servizio nei canili comunali, un modo per tenere fuori associazioni serie che da sempre si occupano professionalmente degli animali, ma che evidentemente danno fastidio. Attendiamo dall’Amministrazione grillina delucidazioni convincenti in merito, perché su un settore così delicato che tratta la sfera di esseri senzienti, non si possono adottare misure superficiali che non rispettano il lavoro di volontari che, con abnegazione, si occupano del benessere di questi animali sfortunati.”

Lo dichiarano gli esponenti di Fratelli d’Italia, Francesco Figliomeni vice presidente dell’Assemblea Capitolina e Andrea De Priamo capogruppo in Campidoglio.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti