Figliomeni-De Priamo (FDI): “Tutelare lavoratori Contact Center Anac e Comune Di Roma”

Redazione - 23 Settembre 2020

“Abbiamo ricevuto segnalazioni da parte di alcuni lavoratori e lavoratici dei contact center di Anac e 060606 del Comune di Roma, che stanno vivendo momenti di grande preoccupazione in merito alla loro situazione lavorativa della quale si sta interessando anche il nostro delegato allo Sport Alessandro Cochi. Abbiamo predisposto immediatamente due richieste separate per la commissione Trasparenza e per quella Lavoro e Cultura, per trattare questa situazione delicata che investe diverse famiglie, resa ancora più difficile dai mesi di lock down che stanno portando a situazioni lavorative disastrose. Il contact center è stato gestito dal 2014 da due aziende attualmente uscenti, la Covisan SpA e la Transcom World Wide SpA, che avevano applicato il contratto collettivo nazionale del settore delle telecomunicazioni a tempo indeterminato. Ora invece, si sta concretizzando il passaggio di appalto al 30 settembre 2020, alla nuova aggiudicatrice Consorzio Leonardo servizi e lavori, la quale affiderà questo servizio di contact center alla sua consorziata ACapo soc. Coop, che non avrebbe intenzione di applicare il contratto TLC, ma quello previsto per le società cooperative sociali, che è nettamente inferiore e fa perdere i diritti acquisiti fino ad oggi. Attendiamo delle risposte precise perché la situazione che si sta palesando è molto grave e viene fatta esclusivamente sulla pelle dei lavoratori”.

Lo dichiarano i due esponenti di Fratelli d’Italia, Francesco Figliomeni vice presidente dell’Assemblea Capitolina e Andrea De Priamo capogruppo in Comune.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti