Figliomeni (FDI): “Caos rifiuti e si dimette pure il Cda Ama”

Redazione - 2 Ottobre 2019

“La Capitale è in emergenza rifiuti ormai da tanto tempo, ma questo è soltanto l’inizio visto che la situazione sembra ormai dirigersi verso il baratro finale, come dimostrano le dimissioni in toto di tutti i componenti del cda di Ama, il sesto dell’era Raggi. Si sapeva da tempo dei problemi in cui navigava la partecipata del Comune, ma l’Amministrazione pentastellata invece di intervenire per porre in essere tutte le soluzioni percorribili non si è preoccupata di dare alcun supporto utile ai vertici Ama ora dimissionari, che denunciano diverse criticità a cominciare dai problemi nati sull’approvazione del bilancio 2017 su cui ballano 644 milioni di crediti che l’azienda vanta ma che il Campidoglio non riconosce, dopo che invece aveva approvato senza rilievi quello del 2016, una cifra che sposta anche l’equilibrio di bilancio del 2018 in maniera negativa con rischi di licenziamenti per i lavoratori.

“Ma le accuse del cda dimissionario non si fermano qui, infatti viene sottolineata “l’assoluta inerzia dell’Amministrazione e la mancanza di una fattiva collaborazione con Ama per superare le situazioni di criticità riscontrate su più piani”. In una situazione così grave, da far tremare i polsi, il Sindaco Raggi pensa di affidare l’Ama a Stefano Zaghis che nel suo curriculum stellato vanta il fatto di essere un attivista a tutto tondo del partito grillino, legato alla campagna elettorale di Marcello De Vito, come se la militanza potesse supplire delle vere e proprie competenze in materia. Una situazione al limite che fa paventare il rischio del commissario…e intanto la città sprofonda nei rifiuti”.

Lo dichiara Francesco Figliomeni, consigliere di Fratelli d’Italia e vice presidente dell’Assemblea Capitolina.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti