Figliomeni (Fd’I): la città brucia ma Raggi e Zingaretti perdono tempo con la burocrazia

Comunicato stampa - 14 Agosto 2021
“Abbiamo presentato un’interrogazione urgente visto che da settimane la città, e in particolare le periferie, sono state oggetto di numerosissimi e vasti incendi con grande rischio di coinvolgimento e pericolo per le persone e le abitazioni. Nel contempo non possiamo non rilevare come la regione Lazio a guida Zingaretti e Roma Capitale a guida Raggi si sono impantanati in pastoie burocratiche ed hanno posto in essere delle azioni che penalizzano il personale del Dipartimento della protezione civile comunale. Ci riferiamo al protocollo d’intesa con l’Agenzia Regionale di Protezione Civile in data 19 giugno 2021, che ha ridefinito  i confini entro i quali Roma Capitale può effettuare gli interventi in caso di incendi di interfaccia, individuandoli entro il perimetro del Grande Raccordo Anulare, ma spesso il Dipartimento di Protezione Civile è dovuto intervenire anche al di fuori del GRA con la beffa che poi i meriti di tali interventi sono andati alla Regione Lazio senza alcun riconoscimento per gli operatori comunali. Riteniamo tutto ciò inaccettabile per il personale che opera con lodevole abnegazione nonostante le difficoltà operative visto che, fra l’altro, il Dipartimento si è disfatto del mezzo speciale multifunzioni ‘Unimog’ che nel tempo ha consentito di svolgere numerosi ed efficaci interventi in molti casi di necessità e che ora è sottoutilizzato. Ringraziamo sempre gli operatori di protezione civile per essere in prima linea nelle emergenze della città e auspichiamo dei chiarimenti da parte dell’amministrazione a guida Raggi che, con l’incapacità e la superficialità della sua azione, sta aumentando le occasioni di pericolo per la nostra città”. Lo dichiara Francesco Figliomeni consigliere di Fratelli d’Italia e vice presidente dell’Assemblea Capitolina.
Pubblicità elettorale Regionali 2023

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti