Figliomeni (FDI): “La nuova versione della lupa capitolina mortifica la città”

Redazione - 23 Novembre 2020

“Avete presente la splendida scultura bronzea conosciuta come Lupa capitolina, custodita in Campidoglio, tradizionalmente considerata di epoca etrusca, anche se studi recenti ipotizzano possa risalire all’epoca tardomedievale? Ebbene, da sempre emblema della città di Roma, questo animale iconico intento ad allattare i due gemelli Romolo e Remo aggiunti in epoca rinascimentale, riprodotta in sculture di piccole dimensioni è divenuta oggetto di riconoscimenti con cui sono stati omaggiati personalità e cittadini che si sono distinti nella società civile. Purtroppo, toglietevi dalla mente le belle fattezze tornite della splendida Lupa capitolina perché, a seguito di nuovi provvedimenti dell’Amministrazione a guida grillina, il piccolo modellino in scala fino ad ora realizzato splendidamente dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, che ne detiene il calco di fusione, viene realizzato anche in un’altra versione affidata ad un’altra società che ne realizza una versione che ritrae delle fattezze scarne e macilente della Lupa, resa irriconoscibile.

Lo dichiara Francesco Figliomeni, consigliere di Fratelli d’Italia e vice presidente dell’Assemblea Capitolina.

“Dopo la presentazione -prosegue Figliomeni – di un’interrogazione al Sindaco Raggi e un accesso agli atti per avere delucidazioni sulle motivazioni che hanno indotto l’Amministrazione grillina a modificare in senso peggiorativo la piccola scultura della Lupa capitolina, dalla risposta del Gabinetto del Sindaco si evince che tale scelta sia stata fatta per avere un risparmio economico sulla realizzazione della medesima. Su ciò non abbiamo nulla da obiettare, ma riteniamo che risparmiare non significhi mortificare un simbolo di Roma riconosciuto nel mondo, realizzando un’opera di scarsa qualità artistica che nuoce alla nostra immagine, togliendo tutto quel fascino che da secoli accompagna la splendida scultura e che denota il consueto pressapochismo del M5s”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti