Figliomeni (FDI) su famiglia, Raggi e VI municipio, disabile Stazione Battistini e Ippodromo Capannelle

Prese di posizione a tutto campo del consigliere di Fratelli d’Italia e vice presidente dell’Assemblea Capitolina
Redazione - 15 Maggio 2021

Roma: Istituzioni supportino concretamente la Famiglia, no ad interventi spot. 

“Oggi 15 maggio -dichiara Francesco Figliomeni consigliere di Fratelli d’Italia e vice presidente dell’Assemblea Capitolina – celebriamo la Giornata internazionale della Famiglia proclamata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 1994 che la considera ‘fondamentale gruppo sociale e l’ambiente naturale per lo sviluppo e il benessere di tutti i suoi membri, in particolare i bambini’. Sempre più negli anni le Famiglie hanno dovuto supplire alla mancanza di politiche adeguate a darle il supporto necessario e, talvolta, sono state completamente dimenticate nel caso in cui, al loro interno, vi fosse una situazione di disabilità. Auspichiamo che le Istituzioni adottino quanto prima vere politiche, e non semplici interventi spot, a sostegno del primo e insostituibile nucleo di crescita e di formazione della nostra società. È il momento di politiche di sostegno affinché si possa invertire la rotta dell’inverno demografico nel quale il nostro Paese è sprofondato”.

Continua la passerella mania della Raggi, quando nel VI Municipio?

“Anche oggi – dichiara in una nota il consigliere di Fratelli d’Italia e vice presidente dell’Assemblea Capitolina – la Sindaca Raggi ha fatto la consueta passerella elettorale sulle periferie, stavolta nel quartiere di San Basilio. Ci permettiamo di ricordarle che a Tor Bella Monaca, nelle case popolari del quartiere simbolo del VI Municipio, la stanno ancora aspettando insieme alle tante criticità segnalatele nel lontano 2016 e che tali sono rimaste con le strade che sono disseminate di buche e cassonetti che sono sommersi dai rifiuti. Oramai, in ogni dove, da Facebook alle Agenzie di stampa la Sindaca Raggi posta e lancia, a cadenza quotidiana, sulle periferie, ma l’unica certezza ottenuta dalla Giunta Raggi nel corso di questa consiliatura è il totale senso dell’abbandono che attanaglia i cittadini di questa zona e di tutte le altre periferie. Persone che vogliono essere ascoltate e non dimenticate, ma purtroppo sono tante le promesse non mantenute. Abbiamo cercato, presentando innumerevoli atti, l’ultimo per le infiltrazioni d’acqua e muffa nelle case popolari, di portare le richieste d’aiuto all’amministrazione Raggi, ma ogni volta la porta è stata sbattuta in faccia ai cittadini. Basta demagogia, vogliamo i fatti, soprattutto per gli abitanti delle periferie”.

Inaccettabile la vicenda del disabile bloccato in stazione Battistini.

“Pensavamo di aver raggiunto il fondo, ma con la Giunta Raggi, in tema di vergognosa discriminazione nei confronti dei disabili, al peggio non c’è mai fine – denuncia il consigliere di Fratelli d’Italia e vice presidente dell’Assemblea Capitolina Figliomeni -. Per una capitale europea è indegno dover sentire che, a causa di ‘assenza degli addetti’, si preclude ad una persona con disabilità di poter usufruire di un servizio pubblico. L’inefficienza della gestione dell’azienda del trasporto pubblico sta portando, anno dopo anno, mese dopo mese, a dover assistere a queste scene di inciviltà nei confronti di persone che, ogni giorno, debbono combattere nel silenzio delle Istituzioni e sono costrette a dover far valere i loro diritti nelle aule giudiziarie. Sarebbe stato auspicabile che la Sindaca Raggi ed i suoi assessori, invece di pensare a piazzare gli amici nelle governance di Atac e delle altre società partecipate, avessero messo il personale delle stesse nelle condizioni migliori per poter lavorare”.

Su ippodromo Capannelle TAR Lazio censura arroganza Giunta Raggi.

“Oggi il TAR del Lazio – dichiara Francesco Figliomeni consigliere di Fratelli d’Italia e vice presidente dell’Assemblea Capitolina –  ha annullato la determinazione dirigenziale con la quale Roma Capitale ha respinto l’istanza di proroga del contratto di concessione dell’impianto sportivo denominato ‘Ippodromo delle Capannelle’. L’organo giurisdizionale l’ha ritenuta viziata da eccesso di potere per difetto di istruttoria e motivazione e che, pertanto, occorre effettuare un nuovo esame. Quanto tempo e quante risorse che potevano essere impiegate diversamente se solo fossimo stati ascoltati! In passato abbiamo potuto constatare e denunciare diverse volte il modus operandi dell’amministrazione Raggi e, anche in questa occasione, la realtà gli ha presentato il conto con l’ennesima figuraccia, stavolta nel settore ippico. Ora l’amministrazione grillina faccia mea colpa e si metta al tavolo con le rappresentanze dei lavoratori e dell’azienda per evitare di produrre ulteriori danni economici e d’immagine visto che in questi anni Roma ha perso molte competizioni sportive penalizzando gravemente il comparto ippico”.

Adotta Abitare A

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti