Figliomeni (FDI): “Umiliazione dipendenti e sprechi con troppe consulenze in Giunta capitolina”

Redazione - 20 Giugno 2020

“In questo periodo di emergenza sanitaria, con le risorse che dovrebbero essere impiegate per aiutare i romani in gravissima difficoltà e con molti esercenti che rischiano addirittura di non riaprire le loro attività, stridono le tante consulenze ex art. 90 del TUEL che la giunta Raggi continua ad aumentare e che comportano un costo rilevante per l’Amministrazione. L’ultima in ordine di tempo, dopo la raffica di consulenze di queste settimane, riguarderebbe anche l’ex Sindaco di Livorno Filippo Nogarin, trombato anche alle scorse elezioni europee. Anche perché, oltre a “toscanizzare” la Capitale, si ricostituirebbe a Roma il gruppetto labronico che ha lavorato per il comune di Livorno e in qualche modo per la partecipata dei rifiuti Aamps e che, oltre all’assessore al bilancio Lemmetti, ricomprendeva anche l’Avv. Lanzalone presidente di Acea e il dott. Serini commissario straordinario di Ipa che, nonostante le moltissime opacità, la Raggi continua a tenere in sella dopo oltre tre anni pur non essendo stati raggiunti gli obiettivi che il Sindaco si era prefissato.

“Come mai? Cosa c’è sotto? Non abbiamo traccia anche di cosa stìano facendo le altre due recentissime nomine ex art. 90, avvenute con le delibere del 13 febbraio e del 13 marzo, attribuite a Chiara Grasso e Giovanna Di Pinto. Con tutte queste consulenze vengono umiliati i circa 40.000 dipendenti capitolini e delle società partecipate visto che la legge prevede che, prima di affidare incarichi all’esterno, l’amministrazione dovrebbe verificare se le competenze richieste non siano presenti all’interno dell’amministrazione. Raggi eviti questi ulteriori sprechi di risorse e li destini invece alle famiglie romane anche perché tantissime sono in gravissima sofferenza“.

Lo dichiara Francesco Figliomeni, consigliere di Fratelli d‘Italia e vice presidente dell’Assemblea Capitolina.

Fresco Market
Fresco Market

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti