Figliomeni: Piano freddo, il Comune di Roma è in ritardo

Il consigliere capitolino di FDI: Predisposto un accesso agli atti per svelare cosa si nasconde dietro l’ultima trovata del M5S per Capodanno
Redazione - 19 Dicembre 2017

“E’ da giorni che un freddo gelido è presente nella nostra città e a farne le spese sono i tanti, troppi senzatetto che vivono ai margini della società, alcuni dei quali, i più fragili, rimangono vittime di queste condizioni estreme. Un esercito di circa 7.500 persone senza fissa dimora, di cui 3.000 vivono per strada senza un ricovero sicuro dove ripararsi per la notte. Una vergogna per una città che vuole fregiarsi del titolo di Capitale europea, perché non si può sempre parlare di emergenza visto che l’inverno arriva tutti gli anni e la povertà è un dato di fatto. Purtroppo tra queste persone che vivono per strada, tra cartoni e coperte insufficienti a ripararsi dal freddo e scongiurare l’ipotermia, non sono rari i decessi, come la vittima di alcuni giorni fa in via Magenta zona Termini. Da tempo stiamo denunciando la situazione di estremo degrado in cui sono costretti a vivere i senzatetto nella Capitale, a cui dobbiamo aggiungere le fasce di povertà sommersa che toccano diverse sfere della nostra società. Viene da chiedersi come mai l’Amministrazione pentastellata che ben conosce la situazione di povertà che investe la città, sia partita in forte ritardo sul piano freddo, una situazione che si ripete ogni anno, con posti letto notturni sempre al di sotto del reale bisogno. E’ ora di farsi carico delle responsabilità di governare una città, senza fare confronti con le Amministrazioni passate, portando fatti concreti e non vuote parole. Questi “invisibili” vanno aiutati con un piano adeguato in grado di offrire ricoveri diurni e notturni, mettendo in piedi una rete di aiuto valida e sempre presente. Basta parlare di emergenza, la povertà nelle nostre città è un dato reale che va affrontato con mezzi adeguati a cui possono partecipare tutte le forze politiche che siedono in Campidoglio”.

Lo dichiara Francesco Figliomeni, consigliere capitolino di Fratelli d’Italia il quale in un altro comunicato afferma di aver chiesto un accesso agli atti per svelare cosa si nasconde nell’ultima trovata del M5S per il Capodanno

CAPODANNO: “IN ARRIVO L’ULTIMA TROVATA DEL M5S”

“Ecco in arrivo l’ultima trovata dell’Amministrazione grillina, dopo la funivia e una spiaggia sulle rive del Tevere, arriviamo alla festa di Capodanno ideata dalla Giunta capitolina pentastellata, che sta reclutando novanta volontari che si esibiranno gratis. Tutto molto bello e suggestivo, se non fosse che il Comune  non intende rimborsare  nemmeno le spese ai novanta attori che per esigenze sceniche si troveranno a danzare sospesi a diversi metri da terra. Il progetto si avvale del coinvolgimento della compagnia catalana “Fura dels Baus”, che certo non si muoverà per venire gratis a Roma anche se fonti del Campidoglio affermano che verranno pagati da sponsor privati e non con soldi pubblici. Come in tutte le cose del M5s si parla sempre di trasparenza a parole, ma poi in realtà molti aspetti rimangono oscuri, e quello che ancora non si è capito bene è chi pagherà alla fine il conto di questo “circo”, motivo per cui abbiamo predisposto un accesso agli atti per svelare cosa si nasconde dietro l’ultima trovata della Raggi e dei suoi accoliti”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti