Finalmente il mosaico tanto atteso a San Tommaso D’Aquino

Opera di Marko Ivan Rupnik, è stato dedicato proprio a San Tommaso D’Aquino e rappresenta l’Eucarestia
di Vittorio Tallarico - 14 novembre 2011

L’11 novembre 2011 la parrocchia San Tommaso D’Aquino ha finalmente il mosaico che attendeva da molto tempo.

Il mosaico che occupa tutto il Presbiterio, opera di Marko Ivan Rupnik, è stato dedicato proprio a San Tommaso D’Aquino e rappresenta l’Eucarestia, con Gesù al centro, la Madonna alla sua destra e San Giovanni Battista alla sua sinistra, con due Angeli, uno a destra e uno a sinistra con l’Eucarestia nelle mani.

Il mosaico che risalta per la sua bellezza, per lo splendore dei suoi colori e per la sua luminosità ed è impreziosito da cartelle in oro che conferiscono nuova luce alla chiesa finora abbastanza grigia soprattutto per il colore del cemento. Si spera anche che in un prossimo futuro, con l’aiuto dei parrocchiani, di completare l’opera eseguuendo qualche lavoro di pittura del soffitto e delle pareti.

L’istallazione del mosaico è iniziata giovedì 10 novembre ed è terminata venerdì 11 novembre 2011. Questo grazie ai suoi dieci collaboratori che hanno lavorato incessantemente in questi due giorni. La sua equipe è formata da persone religiose facenti parte del Centro Aletti.

Marko Ivan Rupnik (Montenero d’Idria, 28 novembre 1954) è un artista e teologo sloveno, presbitero appartenente ai Gesuiti. Celebre mosaicista cattolico, la fama del suo lavoro inizia sotto il pontificato di Giovanni Paolo II. Fra le sue opere più famose ci sono i mosaici della Cappella "Redemptoris Mater" in Vaticano e della facciata del Santuario di Lourdes. Ha eseguito mosaici di tema sacro in tutt’Europa, da grandi basiliche a piccole realtà. Portano la sua firma i mosaici delle basiliche di Fatima e San Giovanni Rotondo. Tra le opere minori: la parrocchiale di San Pasquale a Bari, nella chiesa dei Ss. Giovanni e Giacomo a Milano sul tema della Trasfigurazione di Gesù, nello splendido panorama sullo Stretto del Monastero della Visitazione di Ortì sul tema del Sacro Cuore di Gesù. Attualmente risiede e opera a Roma. Insegna alla Pontificia Università Gregoriana ed alla Facoltà di Liturgia cattolica del Pontificio Ateneo Sant’Anselmo. Dal 1999 è consultore delPontificio Consiglio per la Cultura.
 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti