Foibe: “Rispetto verso i morti e basta negazionismi”

Lo dichiara Francesco Figliomeni, consigliere capitolino di Fratelli d’Italia e Vice Presidente dell’Assemblea Capitolina
Redazione - 24 Gennaio 2019

“Ricorrerà il 10 febbraio 2019 la giornata che commemora l’eccidio comunista delle foibe, una pagina dolorosa della nostra storia che ha coinvolto tra i 5.000 e i 10.000 italiani, anche se le stime non sono mai state chiarite con certezza. Il massacro perpetrato su cittadini inermi colpevoli soltanto di essere italiani per mano dei titini iugoslavi, a cui hanno partecipato anche come complici la brigata partigiana comunista Garibaldi, è stato di una brutalità legata a contingenze storico-politiche. Come ogni anno tante polemiche si innescano intorno a questo appuntamento, portate avanti dai soliti ottusi negazionisti di una sinistra, sempre pronta a giustificare se non addirittura a mistificare pagine della storia che li vedono coinvolti in prima persona, e che gettano ombre lugubri su di loro.

“Quest’anno anche l’Amministrazione grillina di Roma per bocca del Sindaco Raggi non ha perso occasione per rendersi ridicola, annunciando un progetto formativo dal titolo “Italia e Jugoslavia nella Seconda Guerra Mondiale”, promosso da Roma Capitale e Anpi, nelle scuole primarie e secondarie. Come dire ad un fervente sostenitore del Nazionalsocialismo di raccontare nelle scuole la Shoah. Una provocazione vergognosa che dimostra, se ancora ce ne fosse bisogno, la pochezza e l’ignoranza storica di chi si trova a guidare la Capitale.  Il nostro Gruppo di Fratelli d’Italia alla Camera dei Deputati ha presentato una risoluzione, approvata all’unanimità, che impegna il Governo a incrementare le iniziative nelle scuole, ma prevedendo però che a parlarne siano i testimoni delle vicende, gli appartenenti ad associazioni di esuli istriano-giuliano-dalmati insieme agli storici che collaborano con le università. I martiri delle Foibe sono una tragedia nazionale e tutte le forze politiche devono muoversi senza ideologismi contraffatti, perché questi morti cancellati dalla storia per troppo tempo vanno rispettati”.

Lo dichiara Francesco Figliomeni, consigliere capitolino di Fratelli d’Italia e Vice Presidente dell’Assemblea Capitolina.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti