Laboratorio Analisi Lepetit

Forse trovata la cura giusta, il Municipio Roma V guarirà dal virus della Mozionepatia?

Il Presidente del Consiglio Pietrosanti: "mi aspetto dalle commissioni permanenti un lavoro che produca risoluzioni e delibere e solo in casi eccezionali mozioni"
di A. M. - 17 Ottobre 2013

A sole 48 ore dalla pubblicazione del resoconto da parte del nostro giornale della seduta consiliare dell’11 ottobre 2013 nel quale avevamo raccontato della mozione con cui si è chiedeva al Presidente Palmieri di attivarsi nei confronti del sindaco Marino e dell’assessore alle Politiche Sociali Cutini, affinché fosse ripristinato il servizio di vigilanza davanti alle 360 scuole romane attraverso il servizio prestato dai circa 1.300 anziani volontari dietro un piccolo rimborso spese costituito da due buoni pasto giornalieri di € 4.65 cadauno.

Quella dell’11 è stata anche una seduta che ha evidenziato una spaccatura pure nelle file del centrodestra che, sullo stesso argomento, aveva proposto un ordine del giorno per cercare di individuare i volontari per il servizio di vigilanza attraverso la presentazione del modello Isee, con il chiaro intento di dare un piccolo contributo proprio a quegli anziani pensionati che usufruiscono di pensioni da 6/700 €uro al mese.

Il consigliere Pdl Giuliani denunciò, sul finire della seduta, anche l’uso sproporzionato dello strumento della Mozione. Un atto che secondo lui impedisce alle commissioni di discutere, progettare e proporre e non ultimo, uno strumento capace solo di appesantire la scrivania del presidente Palmieri, come qualsiasi altro invito o sollecitazione.

La denuncia di Giuliani ha colpito nel segno, tanto da far decidere al Presidente del Consiglio Pietrosanti di respingere la richiesta dei Capogruppo di convocare altre sedute di Consiglio con all’ordine del giorno soltanto Mozioni. Ovviamente nell’atteggiamento di Pietrosanti, oltre alla denuncia di Giuliani, avranno pesato anche le voci che arrivano dal consiglio comunale che parlano della non convocazione di sedute di consiglio da parte del Presidente capitolino Coratti per carenza di delibere da portare in discussione.

Il presidente Pietrosanti ha dichiarato che rimangono convocati i due consigli già decisi dove tra l’altro si discuteranno la Risoluzione per il recupero al Patrimonio Comunale dell’area e della struttura del Centro Carni che la Giunta Alemanno ha letteralmente regalato all’Ama SpA, dopodiché, ha concluso, il presidente del Consiglio “mi aspetto dalle commissioni permanenti un lavoro che produca risoluzioni e delibere e in casi eccezionali, ma solo eccezionali, mozioni”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti