Una forzatura di Pietrosanti fa mancare il numero legale. Maggioranza a bagno

E' accaduto nella seduta del consiglio municipale del V del 29 novembre
Vincenzo Luciani - 1 Dicembre 2013

E successo nella seduta del Consiglio municipale la mattina del 29 novembre 2013. Tutto è iniziato con la richiesta del nostro collaboratore Alessandro Moriconi di poter prendere la parola prima dell’apertura del consiglio, cosa ormai consolidata nel tempo per ogni cittadino o associazione che ritenga di intervenire.

Alessandro Moriconi

Alessandro Moriconi

Ma venerdi mattina la richiesta non era per esporre un particolare problema. Il nostro collaboratore voleva semplicemente rintuzzare l’accusa che il presidente del Consiglio del V municipio Antonio Pietrosanti aveva fatto attraverso un commento ad un articolo riguardante l’annoso problema del mercato dell’usato presso il Mercato Primavera, gestito da rom e di recente anche da nord africani.

Antonio Pietrosanti

Antonio Pietrosanti

Pietrosanti ha definito Moriconi “scorretto” in quanto il problema degli abusivi al mercato è avviato a soluzione e che la presenza dei rom era solo dovuta al cambio turno della Polizia Roma Capitale e che di fatto il problema era superato (ma alla luce dei filmati di Moriconi pubblicati nell’articolo, quella di Pietrosanti è una versione che lascia perplessi).

Una informazione, quella sul mercato che va avanti da mesi attraverso articoli e filmati che evidentemente i componenti del Pdl, dei FdI, della Civica Alemanno e del M5S hanno ritenuto obiettiva, schierata semmai solo in difesa della trasparenza e della legalità, ed è sicuramente per questo motivo che hanno deciso di uscire dall’aula facendo mancare il numero legale.
Con sconcerto tra le file della maggioranza che era presente in aula con soli dodici consiglieri.

Pietrosanti a norma di regolamento ha ripetuto l’appello dopo i venti minuti previsti dal regolamento ma ancora una volta sono stati solo in dodici a rispondere.

Seduta annullata e consiglio, dedicato alla linea Atac 556, rinviato a lunedi 2 dicembre.

Per una maggioranza che sulla carta conta ben sedici componenti sarà un colpo duro da digerire.

Nelle foto il banco delle opposizioni con l’ultimo consigliere che se ne va; nell’altra il banco della maggioranza con i consiglieri che si chiedono come la cosa sia stata possibile.

Poi Moriconi si è recato nuovamente al Mercato Primavera (primo video) ed anche il giorno seguente (secondo video) ed anche il 2 dicembre (terzo video).


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti