Frammenti di cornicione si staccano dalla chiesa di San Pietro in Vincoli

Oggi sopralluogo della Sovrintendenza statale
di Serenella Napolitano - 17 Maggio 2012

Si stacca un pezzo del cornicione di San Pietro in Vincoli e precipita sul sagrato. Verso le prime ore del mattino del 17 maggio 2012, tra la piazza di San Pietro in Vincoli e via delle Sette Sale, tre pezzi di intonaco tra il palazzetto attiguo e la chiesa sono caduti a terra, destando molta preoccupazione.

I vigili del Fuoco hanno subito transennato la zona e chiuso al traffico Via delle Sette Sale, via della Polveriera e Largo della Polveriera.
Uno bello spavento tra gli amanti dell’arte, almeno finché non è stata chiarita la natura dei frammenti, visto che, come è noto a tutti, proprio nella Chiesa è conservata una delle opere più affascinanti e mistiche di Michelangelo: il suo Mosè.

Ora, dal lato della sagrestia della facciata è chiaramente visibile una grossa crepa nell’intonaco, che fa intravedere i mattoni rossi sottostanti.

La chiesa che è in parte gestita dal Fec e dall’altra dalla Sovrintendenza statale, è il simbolo della cristianità costantiniana, sorta sull’Esquilino proprio nei pressi delle terme di Tito. Infatti se da molti o quasi da tutti è conosciuta come la chiesa del Mosè, non va dimenticato che proprio sotto la struttura moderna sono celati tesori archeologici dell’epoca romana.

Durante il pomeriggio di oggi, la Sovrintendenza statale effettuerà un sopralluogo per appurare i danni alla struttura.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti