Francigena: 1,7 milioni per riqualificazione ultimo tratto fino a Roma

L'annuncio è del presidente della Regione Zingaretti. Valentini (capogruppo Pd): "Un'opportunità grandissima per un arricchimento infrastrutturale e turistico anche a Giubileo terminato"
Redazione - 8 Settembre 2015

Un milione e 700mila euro sono stati stanziati dalla Regione per la riqualificazione dell’ultimo tratto della via Francigena nel Lazio, fino a Roma. Lo ha annunciato il presidente Zingaretti ieri, 7 settembre 2015, presentando il progetto nella sede di Roma Natura.

La via Francigena nel medioevo univa Canterbury a Roma e ai porti della Puglia per gli imbarchi dei pellegrini verso la Terra Santa.

“Un’opportunità grandissima che saprà essere elemento di arricchimento infrastrutturale e turistico anche a Giubileo terminato”, l’ha definita Riccardo Valentini capogruppo Pd in Consiglio regionale.

Via_FrancigenaUn milione di euro saranno destinati alla realizzazione di tre sentieri alternativi o complementari, un attraversamento pedonale, un ponte di legno tra Roma e Formello, alla ricostruzione di una passerella tra Roma e Veio, distrutta da una piena.

Un passaggio della Francigena nella Riserva dell’Insugherata, sarò aperto da Roma Natura con un finanziamento privato di 100mila euro che metterà così la Francgena in rete con il progetto di Monte Mario fino al cuore di Roma.

I 300mila euro messi a disposizione dall’Assessorato regionale alla Cultura, saranno destinati ai vari Comuni per la promozione dei “cammini”.

Ci sono inoltre altri 410mila euro finanziati dala Unione Europea. Lungo la via si riqualificheranno ostelli e saranno allestiti punti ristoro.

“E’  una scelta giusta ed intelligente – ha dichiarato Valentini –  in grado di dare giusta visibilità ad una ricchezza unica presenza nei nostri territori. I percorsi di fede che si snodano in parte di territorio particolarmente suggestivi sono una tendenza che sta prendendo sempre più piede in tutta Europa e non solo. In quest’ottica il Lazio con la via Francigena ha la possibilità di far scoprire ai pellegrini e ai tanti fruitori di questa nuova forma di turismo eco sostenibile,  non solo bellezze naturali, ma anche testimonianze storiche, archeologiche e religiose di altissimo livello, nonché piccoli borghi e  paesi in grado di accogliere turisti e pellegrini durante il loro cammino. In particolare, i lavori di adeguamento di questa porzione dell’antica strada che dal Nord del Lazio porta nel cuore di Roma, permetteranno di far percorrere siti ambientali unici come la Riserva Naturale dell’Insugherata, quella di Monte Mario e il Parco di Veio fino ad arrivare alla soglia di san Pietro.”

Dar Ciriola

“Sono certo – conclude Valentini – che la riqualificazione di queste aree verdi protette saprà essere un volano di sviluppo economico e turistico a disposizione dei nostri territori per far conoscere e scoprire questa ricchezza unica anche dopo l’importante appuntamento del  Giubileo.”


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti