Frosinone-Latina 1-0, i ciociari sognano la A

Frosinone di rigore sul Latina, tre punti che valgono il terzo posto del campionato cadetto
di Marco Savo - 15 Aprile 2015

Il Frosinone vince il derby con il Latina ed è sempre più lanciato verso i play off promozione, inseguendo il fantastico sogno della A. Al Matusa ai gialloblu basta un penalty calciato da Dionisi, poco dopo la mezzora del primo tempo, per portare a casa l’importante vittoria.

Frosinone-Latina-2Il derby, caratterizzato da un rivalità molto accesa fra le tifoserie, non è stata una partita particolarmente spettacolare per via delle poche occasioni da goal e dei tanti falli che ne hanno spezzettato lo svolgimento. Dunque il Latina sostanzialmente perde il confronto per un episodio e recrimina per la doppia sconfitta, sia all’andata che al ritorno, di una sfida molto sentita che si è giocata per la prima volta in Serie B.

Frosinone-Latina-4Primo tempo – La città di Frosinone ha risposto presente al derby riempiendo totalmente gli spalti dello stadio Matusa. La Nord, dov’è assiepata la parte più calda del tifo ciociaro, ha salutato l’ingresso in campo delle due squadre con una spettacolare coreografia. In campo è stata subito battaglia e l’arbitro Fabbri di Ravenna ha avuto il suon ben da fare per tenere a bada gli animi.

Dopo appena 11 minuti, infatti, Figliomeni del Latina è stato fatto allontanare dalla panchina, reo di aver ritardato una rimessa laterale. La partita, intanto, scivolava via senza troppe emozioni fino alla mezzora quando Brosco atterrava Crivello in area. È l’episodio decisivo, sul discetto si è presentato Donisi che di destro ha spiazzato l’estremo difensore pontino. Lo stesso attaccante ciociaro, sul finire del primo tempo, ha avuto sui suoi piedi l’occasione buona per il possibile raddoppio.

Frosinone-Latina-1Secondo tempo – Il Latina nella ripresa è stato più intraprendente cercando con insistenza l’episodio che gli poteva consentire di equilibrare l’incontro. Al 54’ Crimi ha avuto la grande chance del pari: pallonetto su Zappino ma sulla linea c’era Blanchard ad evitare che la palla finisse in rete. Mister Stellone fiutava il pericolo ridisegnando la sua squadra togliendo un attaccante per un centrocampista di maggiore contenimento. Iuliano invece si affidava a tutte le sue punte ma che in un partita così importante avevano le polveri bagnate.

Frosinone-Latina-3Si susseguivano infatti le occasioni ma che non impensierivano troppo Zappino. A dieci minuti dal termine il pari diventava una chimera perchè i pontini erano sotto anche nel conteggio degli uomini in campo, per l’effetto dell’espulsione di Crimi per doppia ammonizione. Anche in 10 il Latina ci provava con tutte le proprie forze residue ma il fortino del Frosinone teneva duro fino al novantesimo. Al triplice fischio è stata festa grande in campo con la Nord che chiamava sotto di se i propri beniamini.

La gioia poi si è riversata nelle strade del capoluogo ciociaro, la città ora sogna la A. La vittoria del derby, oltre alla supremazia sugli eterni rivali pontini, è importantissima soprattutto per la classifica. Il Frosinone sale infatti al terzo posto, ad un solo punto dal Bologna secondo dietro al Carpi capolista. Per il Latina, invece, una sconfitta amara, la lotta per la salvezza sarà dura fino all’ultima giornata.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti