Fuga da Regina Coeli, due detenuti si calano con una corda

Raddoppiate le presenze dei detenuti del 25 per cento
di Marco Rollero - 15 Gennaio 2012

Due detenuti, un romeno e un albanese, sono evasi il 14 gennaio mattina dal carcere romano di Regina Coeli.

Secondo quanto riferisce Leo Beneduci, segretario generale dell’Osapp (Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria), i due probabilmente hanno segato le sbarre e si sono calati unendo alcune lenzuola."A Regina Coeli i detenuti hanno raddoppiato le presenze consentite, superando del 25% persino la capienza massima raggiungibile (1.180 presenti per 724 posti) – denuncia il sindacalista – ma il vero problema riguarda la carenza di personale di polizia penitenziaria (oltre il 30%), tant’è che i due detenuti si sono potuti agganciare al muro di cinta per poi calarsi nelle vicinanze di una delle garitte prive di sentinelle da tempo, proprio per la mancanza di addetti".Attualmente è in atto nella Capitale e nelle cittadine del litorale laziale un vastissima operazione della polizia penitenziaria e delle forze dell’ordine per la cattura degli evasi.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti