Fuori programma al circo a base di spintoni e querele

Ecco cosa è accaduto il 6 gennaio 2013 a Porta di Roma
di Alessandro Pino - 13 Gennaio 2013

Il circo – per chi ama il genere e può permettersi il biglietto in tempi di ristrettezze – è un classico delle feste natalizie al pari del cinepanettone.

Le cronache riferiscono però che chi si fosse messo in fila per entrare al “Circo di Spagna” – accampato in zona Porta di Roma – il 6 gennaio 2013 avrebbe potuto godersi oltre alle esibizioni di clown, acrobati e domatori anche un improvvisato incontro di lotta libera.

Da quanto si è appreso infatti sarebbe nato un acceso diverbio tra un gruppo di ecologisti da una parte e un tale in coda alla biglietteria oltre a personale del circo dall’altra.

Dar Ciriola asporto

Gli attivisti erano fuori del tendone – come spesso accade in occasioni del genere – per manifestare contro lo sfruttamento degli animali selvatici negli spettacoli circensi.

Solitamente tutto finisce lì ma stavolta la situazione è degenerata e dalle parole si è passati ai fatti: sarebbero volati alcuni spintoni con il risultato di fare finire a terra una disabile – membro del “Partito Animalista Europeo” – mentre la moglie (in stato interessante) dello spettatore accusava un malore.

L’intervento della forza pubblica – parte della quale già presente sul posto – ha impedito ulteriori danni. Sono state comunque annunciate querele incrociate da una parte e dall’altra: un modo originale per prolungare il ricordo del Natale lungo il resto dell’anno con pesanti strascichi in tribunale…

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti