Garantisce lei – Walter l’africano – La solidarietà “apparecchiata” di Clemente

Fatti e misfatti di dicembre 2012 di Mario Relandini
Enzo Luciani - 27 Dicembre 2012

Garantisce lei 

"Francesca Pascale – ha garantito Nicole Minetti – è veramente la persona adatta per stare al fianco di Silvio Berlusconi".

Se lo garantisce lei, che di certe cose ben s’intende,c’è da stare tutti tranquilli.

Walter l’africano

"Se il Pd dovesse vincere le elezioni – gira voce nelle stanze ben informate del partito – nel Governo verrebbe chiamato anche Walter Veltroni".

Ma come? Walter Veltroni rimanderebbe ancora una volta la sua missione in Africa? Forse, però, potrebbe essere chiamato quale Ministro degli esteri e, così, avere la possibilità di fare la spola tra l’una e l’altra sponda del Mediterraneo. E, addirittura, sull’aereo di Stato.

La solidarietà "apparecchiata" di Clemente

"Il "leader" dell’ Udeur, Clemente Mastella – hanno riportato i giornali – si è detto a fianco di Marco Pannella nella sua battaglia per un sistema carcerario finalmente degno di un Paese civile".

Vuol dire che, da oggi, Clemente Mastella si siederà vicino a Marco Pannella e, con lui, non toccherà più cibo e più liquidi? Ma quando! Per Clemente Mastella, come gli è stato insegnato fin da poppante, la pancia è pancia. E come ha poi imparato, già da grandicello, la politica è pancia. Per cui a fianco di Marco Pannella, sì, ma con una bella "sfornata" calda calda di tante parole saporite quanto prive di ogni concreta sostanza. Che, insomma, in vetrina fanno la loro bella figura. E però, intanto, sulla tavola imbandita di Clemente da Ceppaloni – "pancia mia fatti capanna" – pronti, lì, il "cardone", i tortelli in brodo di gallina, i "cavatelli" con i broccoli, i "cazzarielli" al ragù, l’agnello con le patate, il "mugnatiello" con le interiora, una zuppiera di songino per rinfrescarsi la bocca. Il tutto, naturalmente, ben annaffiato da un "Solopaca doc" e da uno spumante "Sannio doc sciascinoso". Per mandare giù meglio, anche, gli "struffoli" e i "torroncini croccantini di San Marco dei Cavoti". E fare un doveroso "cin cin" a Marco Pannella lassù, a Roma, a digiunare.

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti