Garantita presenza bambini con disabilità anche nei nidi capitolini

Attività educative in presenza

Dopo lo sblocco della Regione, Roma Capitale ha attivato immediatamente le attività educative in presenza per i bambini con disabilità o con bisogni educativi speciali anche nei nidi capitolini.

L’Amministrazione, come per le scuole dell’infanzia capitoline, ha predisposto appena possibile anche per la fascia 0-3 la frequenza per gli alunni con disabilità o bisogni educativi speciali, i cui genitori hanno aderito alla proposta.

Gli alunni potranno così continuare a sperimentare l’adeguata relazione con i compagni, in piccoli gruppi formati da bambini appartenenti alla stessa bolla e le cui famiglie avranno dato l’adesione all’attività didattica da svolgere in presenza.

“Abbiamo recepito con immediatezza la possibilità di riaprire, dopo le scuole dell’infanzia, anche i nidi per i bimbi con disabilità e bisogni educativi speciali. Vogliamo dare ogni forma di sostegno possibile alle famiglie e ai piccoli, con particolare attenzione ai più fragili”, afferma l’assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale di Roma Capitale Veronica Mammì.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento