Francesco Sirleto primarie V municipio

Genitori e insegnanti della Iqbal Masih chiedono il tempo pieno per 5 classi

E indicono per il 26 settembre 2011 un sit in in via Pianciani all'Ufficio Scolastico Provinciali
Enzo Luciani - 21 Settembre 2011

 Da ormai 3 anni l’Iqbal Masih, scuola elementare capofila della rivolta anti Gelmini, lotta per difendere con i denti il modello del Tempo pieno con 2 insegnanti e 40 ore di lezione per i bambini.

Quest’anno i tagli della famigerata legge si stanno facendo sentire in maniera pesante, infatti l’organico “elargito” dall’USR è insufficiente per assicurare il tempo pieno per le 6 classi possibili oltre a non garantire un corretto insegnamento della lingua inglese.

Alla richiesta del Circolo di formare le 5 classi “storiche” a tempo pieno che da sempre il Circolo costituisce negli ultimi anni per circa 110 bambini, l’Amministrazione Regionale (USR diretto dalla Dott.ssa Novelli) non si è degnata neanche di rispondere, calpestando elementari diritti di democrazia e trasparenza.

I genitori, che si definiscono “AGITATI”, dopo aver promosso e sostenuto nell’infuocato Consiglio di Circolo di ieri 20 settembre 2011 la richiesta del tempo pieno per 5 classi prime, hanno deciso di supportare l’azione del Consiglio di Circolo presso l’Ufficio Scolastico Provinciale (via Pianciani) con un PRESIDIO DEMOCRATICO indetto per LUNEDI’ 26 settembre dalle 15 al quale sono invitate tutte le scuole che vogliono difendere il tempo Pieno.
“Vogliamo una scuola pubblica di qualità e vogliamo difendere il tempo pieno, affermare il diritto allo studio e la difesa della scuola statale, perché è qui che si costruisce il nostro futuro, insegnando il sapere e lo spirito critico ai nostri figli”, dichiara Massimo Lucà- esponente del Movimento e membro del CdC, invitando tutti i cittadini amanti della democrazia e della scuola LUNEDI al Presidio del Movimento Insegnanti-Genitori dell’Iqbal Masih.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti