Sport  

Genoa – Lazio 3-2

Le assenze e i mancati acquisti si fanno sentire nella partita di domenica 3 febbraio 2013
di Davide Sperati - 3 Febbraio 2013

La Lazio non regge la pressione e va nel panico. Il Genoa picchia e l’arbitro Tagliavento sorvola troppo.

Eppure la formazione laziale era riuscita a rimontare due goal a un Genoa roccioso, che aveva chiuso il primo tempo sul risultato di due a zero e, nonostante la rete di Floccari e il rigore segnato da Mauri, i pionieri romani crollano a trenta secondi dalla fine subendo il goal di Rigoni che mette fine a un match ricco di emozioni.
Tutto sommato però c’è da dire che il Genoa ha meritato questa vittoria dimostrando, soprattutto nel primo tempo, maggior voglia e un parziale troppo importante.
Il primo goal dei rossoblu porta la firma di Borriello che raccoglie una palla sporca in mischia, e di sinistro beffa Marchetti. Dopo cinque minuti invece, Bertolacci trova il jolly dalla distanza e realizza un gran goal sotto il sette.
Una Lazio sicuramente svogliata e orfana di Dias e Biava (squalificati) Hernanes e Candreva (indisponibili) più Onazi impegnato nella Coppa D’Africa, dimostra di avere poche idee per le due punte poco supportate.
Manfredini picchiatore, dopo aver azzoppato Klose (costretto ad uscire nell’intervallo), rischia in altre due occasioni di essere di nuovo ammonito ma l’arbitro Tagliavento lo grazia. Stessa cosa dicasi per Matuzalem che entra clamorosamente a forbice da dietro su Brocchi infortunandolo a punto tale che il centrocampista biancoceleste deve abbandonare il terreno di gioco.

Nell’intervallo però la Lazio si sveglia e, prima accorcia le distanze con Floccari, servito bene da Lulic dalla sinistra, e poi agguanta il pari con un rigore di Mauri a dieci minuti dal termine.
Il Genoa non ci sta e si ributta in avanti alla ricerca della vittoria. Al ’86 Kucka colpisce la parte alta della traversa. Poi sull’ultimo assalto, dell’ultimo minuto di recupero, trova il colpo di testa vincente di Rigoni. Stavolta Marchetti non può far nulla, dopo che un minuto prima aveva compiuto un miracolo.

Unica cosa positiva di questa Domenica è stato il buon inserimento del nuovo acquisto Pereirinha che in venti minuti ha dimostrato quantomeno di avere una discreta tecnica individuale e corsa. Vedremo.

Lazio
Marchetti 6,5. Incolpevole sui goal. Miracolo vero prima del 3 a 2.
Radu 5. Fa calciare Bertolacci in occasione del raddoppio.
Ciani 5. Ingenua ammonizione al 29′. Si fa anticipare sulla sponda di testa all’ultimo minuto.
Cana 5,5. In ritardo su Borriello sul primo goal subito.
Ledesma 5,5. In Ombra. (Dal 60′ Brocchi sv. Dal 70′ Pereirinha 6)
Gonzalez 6. Tanta corsa e sostanza.
Konko 5,5. Provvidenziale su Kucka al 15′. Sfiora il goal al 74′. Colpevole come gli altri all’ultimo minuto.
Mauri 6,5. Mentalità vincente quando dopo il rigore realizzato va a prendere la palla in fondo alla rete.
Lulic 6,5. Nonostante non abbia più il passo dello scorso anno, confeziona un ottimo assist per Floccari.
Floccari 6,5. Primo tempo da dimenticare. Quarto goal in cinque gare ufficiali.
Klose 5. Per non farsi male in vista di Germania -Francia si fa male davvero. (Dal 46′ Kozak 5)

Genoa
Frey 6
Granqvist 6,5
Portanova 6,5
Manfredini 6
Cassani 6 (Dal 23′ Ferronetti 6)
Kucka 5,5
Matuzalem 6
Rossi 6. (Dal 67′ Rigoni 6,5)
Moretti 6
Bertolacci 6,5. (Dal 73′ Oliveira 6)
Borriello 6,5

Arbitro
Tagliavento di Terni 4
Primo tempo:
Rossi su Mauri andava ammonito
Ledesma su Borriello andava ammonito
Secondo tempo:
Manfredini, già ammonito, viene graziato al 60′
Matuzalem dovrebbe essere espulso per un fallo su Brocchi


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti