Sport  

Genoa-Roma 2-1: un’altra sconfitta che brucia

Kucka al 90° beffa la Roma
di Marco Maestà - 27 Ottobre 2011

La Roma esce con un’altra sconfitta sul campo del Genoa ed ancora una volta ha tanto da rammaricarsi. I giallorossi dominano la gara per più di un tempo, ma fanno fatica a segnare; i rossoblù anche con un pizzico di fortuna sfruttano tutte le occasioni che si presentano loro. Nel calcio conta chi segna ed allora merito al Genoa che ha fatto due gol.

Nei primi minuti la gara è un po’ bloccata e le due squadre fanno fatica ad affacciarsi nelle aree avversarie. La Roma domina il possesso palla, ma il Genoa quando riparte è sempre insidioso. Al 15’pt una buona incursione di Jose Angel sulla sinistra termina con la conclusione alta sulla traversa. Il Genoa risponde con Palacio, ma il pallone si perde sul fondo. Lamela prova a sorprendere Frey ma il suo tiro finisce di poco a lato. Al 20’ pt ancora Roma vicina al gol con Perrotta e poi con Lamela ma la porta genoana sembra stregata. Al contrario al 38’ nella seconda ripartenza di tutto il primo tempo il Genoa passa. Heinze perde una palla sulla sinistra e lascia spazio al contropiede avversario, Palacio è bravo ad appoggiare per Jankovic che trova l’angolino e porta in vantaggio i suoi. Pizarro non ci sta e tira forte da fuori area, bella parata di Frey. Termina il primo tempo ed il tabellino recita Roma 75 % di possesso palla e zero gol, Genoa due tiri in porta un gol. Il calcio è anche questo.

Nella ripresa la Roma è ancora più determinata nella ricerca del pareggio ed il Genoa si affida quasi completamente al contropiede. Al 57’st Lamela costringe Frey ad un grande intervento su un suo pericoloso colpo di testa. Al 60’ st doppio cambio in casa giallorossa, entrano Greco ed Osvaldo per Lamela e Pizarro e la Roma è sempre più padrona del campo. Gago è l’ultimo in ordine di tempo ad andare vicino al gol ma non riesce a concludere. Luis Enrique rompe gli ultimi indugi e sostituisce Perrotta con Borriello ed ora la Roma ha 4 punte in campo. La gran mole di gioco dei romanisti viene premiata all’ 80’st quando Borriello lavora in area un pallone servitogli da Osvaldo e serve Borini che indisturbato insacca. Ora il Genoa sembra alle corde ed i romanisti potrebbero addirittura raddoppiare con De Rossi, ma il suo diagonale finisce a lato. Quando ormai la gara sembra incanalata sul pareggio, succede quello che non ti aspetti. Su un calcio d’angolo Kucka sfrutta un rimpallo molto casuale e la carambola finisce in rete. A questo punto si è già nel recupero ed il risultato non cambia. Il Genoa vince 2-1 ma la vittoria sembra più casuale che cercata. I giallorossi devono fare ammenda perché costruiscono tanto ma realizzano poco e si sa che nel calcio chi segna vince, quindi alla fine il risultato sembra dar torto agli uomini di Luis Enrique.

Genoa: (4-3-1-2): 1 Frey; 20 Mesto, 3 Dainelli ,24 Moretti, 23 Antonelli, 7 Rossi, 4 Veloso, 14 Seymour (54′ Kucka), 52 Merkel; 8 Palacio, 11 Jankovic (69′ Constant). A disp.: 22 Lupatelli, 5 Granqvist, 21 Bovo, 33 Kucka, 19 Jorquera, 27 Constant, 99 Caracciolo, 10 Birsa. All.: Malesani
Roma (4-3-1-2): 24 Stekelenburg; 20 Perrotta (71′ Borriello), 29 Burdisso, 5 Heinze, 3 Josè Angel: 7 Pizarro (58′ Osvaldo), 16 De Rossi, 19 Gago; 8 Lamela (58′ Greco); 14 Bojan, 31 Borini. A disp.:18 Curci, 4 Juan, 11 Taddei, 23 Greco, 77 Cassetti, 9 Osvaldo, 22 Borriello. All.: Luis Enrique.
Arbitro: Gervasoni
Assisti: Rosi-Grilli
Quarto uomo: Guida
Marcatori: 38′ Jankovic, 81′ Borini, 89′ Kucka
Ammoniti: 49′ Seymour, 89′ Merkel


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti