Gianfranco Fini 1940 – Silvio il “ferma-tutti” – “Prosit” – “Ferrari”: “why”, perché?

Fatti e misfatti di febbraio 2013 di Mario Relandini
Enzo Luciani - 19 Febbraio 2013

Gianfranco Fini 1940 

"Vinceremo – ha proclamato, nel teatro "Astor" di Agrigento deserto all’inverosimile, Gianfranco Fini – sì, vinceremo".

A forza di fare passi indietro, evidentemente, Gianfranco Fini è tornato, addirittura, ad oltre settant’anni fa. Al 1940. A quel 1940 allorché un suo avo ideologico trascinò l’Italia in una guerra sciagurata. Che tutti sanno finì, invece, con una umiliante e tragica sconfitta. Anche perché quel suo avo mandò i nostri poveri soldati a combattere con i carri armati e i fucili di latta e gli scarponi di cartone. E, però, Gianfranco Fini come niente. "Vinceremo", va proclamando. Non avendo neppure più, già da tempo, un solo soldato valido, due o tre paia di scarponi anche di cartone e qualche arma di latta. Quanta verità, dunque, in ciò che scrisse Samuel Beckett in un suo celebre romanzo: "Si nasce tutti pazzi, ma alcuni lo restano".

Dar Ciriola asporto

Silvio il "ferma-tutti"

"Per fermare il fenomeno Messi – si è detto convinto Silvio Berlusconi in vista dell’incontro calcistico Milan-Barcellona di "Champions league" – bisogna marcarlo a uomo".

Silvio Berlusconi, il quale si è già detto convinto di avere fermato la sinistra in vista delle prossime elezioni, ora, dunque, si è dedicato al come fermare il fenomeno Messi in vista del prossimo Milan-Barcellona. Sarà interessante vedere se l’allenatore del "Milan", Massimiliano Allegri, lo starà a sentire e ad approvare. Così come, insomma, il segretario del Pdl, Angelino Alfano.

"Prosit"

"Se vedessi fortemente ridimensionati il Pdl e la Lega – ha scherzato il segretario del Pd, Pierluigi Bersani – una birretta me la farei volentieri".

"Prosit". Come "alla salute", nel caso in cui Silvio Berlusconi – come lui aveva scherzato a sua volta – si ubriacherebbe alla notizia della sconfitta della sinistra il 24 e il 25 prossimi. Però, allora, attenzione al primo Consiglio dei Ministri del primo Governo post-elezioni: potrebbe decidere cose – vinca chi vinca – ancora sotto l’effetto dell’alcol.

"Ferrari": "why", perché?

"La "Ferrari ha incrementato le vendite del 20,4% in Gran Bretagna, del 17,4% in Svizzera, dell’ 8,2% in Germania – ha fatto conoscere il suo presidente Luca Cordero di Montezemolo – ma ha registrato un calo del 46% in Italia".

Ove Luca Cordero di Montezemolo non fosse riuscito a comprendere il perché, potrebbe chiederlo al suo capocoalizione e "premier" uscente Mario Monti.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti