Laboratorio Analisi Lepetit

Giardinetti metro C, le prime due talpe al doppio della velocità media

Alemanno in visita al cantiere. Realizzati 5,2 km. Operativi 37 cantieri lungo il tracciato
Enzo Luciani - 15 Aprile 2009

Dicembre 2007: foto di gruppo allo stabilimento di Bassano del Grappa dove sono state realizzate le talpe della metro C

II sindaco di Roma Gianni Alemanno ha visitato il cantiere "Giardinetti" della Linea C della metropolitana, dove ora c’è il pozzo di introduzione delle talpe meccaniche e verrà realizzata la futura stazione.
La stazione “Giardinetti” è I’ultima della tratta sotterranea in costruzione della Linea C, il cui tracciato da qui risale in superficie e prosegue lungo iI percorso della vecchia ferrovia Roma-Pantano, di cui si sta contemporaneamente eseguendo I’adeguamento tecnologico.
 
Insieme all’assessore alla Mobilita Sergio Marchi, iI Sindaco ha incontrato nell’occasione I’avv. Federico Bortoli, Amministratore Delegato della Società comunale Roma Metropolitane che esercita la sorveglianza tecnica e amministrativa sui lavori, I’ing. Giovanni Simonacci di Roma Metropolitane, Responsabile Unico del Procedimento, I’ing. Filippo Stinellis, Amministratore Delegato e Direttore tecnico della Societa di progetto Metro C, che svolge la funzione di Contraente Generale dell’opera, nonché I’alta dirigenza delle Societa che compongono Metro C (ovvero Astaldi, Vianini Lavori, CCC, Ansaldo Trasporti Sistemi Ferroviari, CMB), numerosi dipendenti e Ie maestranze di tutte Ie Società coinvolte. Presente all’incontro anche il Presidente del Municipio VIII Massimiliano Lorenzotti.

II cantiere “Giardinetti” è impegnato nelle attività di alimentazione delle talpe meccaniche e di estrazione delle terre di scavo, che vengono trasportate fino al pozzo a bordo di vagoni ferroviari che percorrono avanti e indietro i tratti di galleria già realizzati.
II Sindaco Alemanno, l’assessore Marchi e i vertici di Roma Metropolitane e Metro C sono saliti a bordo di un vagone per il trasporto del personale ed hanno raggiunto una delle talpe per assistere alla fase di lavoro.

"II cantiere di ‘Giardinetti’ – ha spiegato l’assessore Marchi – è uno dei 37 complessivamente attivi da ‘San Giovanni’ al capolinea ‘Monte Compatri/Pantano’, cui si aggiungono alcuni siti di indagine preventiva nelle tratte del centro storico".

"Lo scavo delle gallerie – ha affermato l’Amministratore Delegato di Roma Metropolitane Federico Bortoli – sta procedendo con velocità, infatti Ie TBM avanzano a una media di 24 metri al giorno contro i 12 metri previsti".
II programma dei lavori procede quindi regolarmente verso la scadenza della messa in esercizio della prima tratta da "Monte Compatri Pantano" a "Parco di Centocelle" entro la fine del 2011. A questa seguiranno, nell’ottobre 2012, I’entrata in esercizio fino alla stazione "Lodi" e, alla fine del 2013, il compimento dell’intera "Prima fase strategica" dell’opera con I’esercizio della tratta "Monte Compatri/Pantano"-"San Giovanni", per complessivi 18,5 km con 22 stazioni.

Le prime due talpe meccaniche (TBM n. 1 e n. 2) sono state calate all’interno del pozzo Giardinetti ed hanno cominciato a scavare due gallerie affiancate in direzione Centro ad agosto del 2008. Ad oggi hanno realizzato complessivamente 5,2 km di gallerie. Le due TBM scaveranno fino al pozzo di piazza San Felice da Cantalice (pozzo 5,4), tra Ie stazioni "Parco di Centocelle" e "Mirti", dove arriveranno a settembre 2009. Qui saranno smontate ed estratte per essere revisionate e in seguito rimesse al lavoro sulla tratta da "Malatesta" a "San Giovanni" ad aprile del 2010.

Sempre a piazza San Felice da Cantalice (pozzo 5,4) arriveranno, dalla direzione opposta, Ie due TBM (n.3 e nA) i cui scudi frontali sono stati calati il 6 e il 9 aprile 2009 nel pozzo "Malatesta", poco distante dall’omonima stazione in costruzione a piazza Roberto Malatesta. Arrivo previsto a piazza San Felice da Cantalice (pozzo 5,4) ad aprile del 2010.

Seconda fase: le tratte centrali
Per quanta riguarda Ie tratte centrali della linea (ovvero la "Seconda fase strategica", per complessivi 7 km con 7 stazioni), Metro C ha appena presentato il Progetto definitivo della tratta "San Giovanni"-"Colosseo", che sarà presentato al CIPE per I’approvazione; si passera quindi alla progettazione esecutiva e, nel gennaio del 2010, alla cantierizzazione. La chiusura dei lavori su questa tratta è prevista per il dicembre del 2014. Sulla tratta "Colosseo"-"Clodio/Mazzini" I’apertura dei cantieri – dopo la fine della progettazione e I’approvazione CIPE – e prevista per il dicembre del 2010 e la fine lavori per il dicembre del 2015.

Adotta Abitare A

Il quadro economico
II quadro economico del "Tracciato fondamentale" della Linea C ("Monte Compatri/Pantano"-"Clodio/Mazzini") è quasi interamente finanziato, salvo gli ultimi 355 milioni di euro che arriveranno dal CIPE per il completamento della copertura finanziaria delle tratte centrali. II valore complessivo dell’investimento ammonta a circa 3.047 milioni di euro, di cui il 70% a carico delIo Stato, il 18% a carico del Comune di Roma e iI 12%. a carico della Regione Lazio.
II "Prolungamento nord" della Linea C, per complessivi 9 km con 7 stazioni, è invece interamente da finanziare a carico delIo Stato. II CIPE sta compiendo I’istruttoria sui Progetto preliminare.

Nel frattempo, presso lo stabilimento Ansaldo Breda di Reggio Calabria, sono già in lavorazione i treni, il primo dei quali sarà consegnato entro la fine del 2009. Sarà quindi destinato ai test di qualificazione per essere pronto all’esercizio sulla linea.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti