Giorno della Memoria, oltre 170 eventi a Roma

Fino al 28 febbraio per ricordare e confrontarsi insieme sulla Shoah e sulla Memoria: dalle biblioteche ai teatri, dalle scuole ai Municipi, fino ai luoghi simbolo della memoria della città
Redazione - 18 Gennaio 2019

Oltre 170 appuntamenti fino al 28 febbraio per ricordare e confrontarsi insieme sulla Shoah e sulla Memoria: dalle biblioteche ai teatri, dalle scuole ai Municipi, fino ai luoghi simbolo della memoria della città. Tutto questo è la terza edizione di Memoria genera Futuro.

Il progetto è frutto della collaborazione tra due Assessorati capitolini (Crescita Culturale e Persona-Scuola-Comunità Solidale) con i rispettivi Dipartimenti, Sovrintendenza Capitolina ai Beni culturali, Municipi, Comunità Ebraica di Roma, Fondazione Museo della Shoah, UCEI (Unione delle Comunità Ebraiche Italiane), Centro Ebraico Italiano – Il Pitigliani, Istituzione Biblioteche di Roma, Teatro di Roma, Azienda Speciale Palaexpo, Fondazione Musica per Roma, Fondazione Teatro dell’Opera, Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Fondazione Cinema per Roma, Casa del Cinema e le associazioni della Casa della Memoria e della Storia (ANPI, ANED, ANEI, ANPC, ANPPIA, FIAP, IRSIFAR e Circolo Gianni Bosio).

Dopo un percorso di due anni, gli studenti del collettivo “Testimoni dei Testimoni” inaugureranno con la sindaca Virginia Raggi la mostra “esperienziale” Testimoni dei Testimoni. Ricordare e raccontare Auschwitz, il prossimo 25 gennaio al Palazzo delle Esposizioni. La mostra, promossa dall’Assessorato capitolino alla Crescita Culturale, è in collaborazione con la Comunità Ebraica di Roma. Organizzazione e produzione sono del Palaexpo, l’allestimento è a cura di Studio Azzurro. Il 26 gennaio aprirà al pubblico e il 27, Giorno della Memoria, l’ingresso sarà gratuito.

In Memoria genera Futuro 2019 tutta la comunità cittadina è invitata a partecipare  per ricordare e riflettere sul tema della Memoria, delle leggi razziali, della Shoah con film e documentari, musica, mostre, letture, testimonianze, laboratori, incontri e spettacoli teatrali. Il tutto comincia il 21 gennaio nel segno di Primo Levi, l’autore di Se questo è un uomo e La tregua.

 

Qui una sintesi dei principali appuntamenti.

 

Qui il programma completo.

 

Vedi anche la nostra notizia-evento.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti