Green economy a Piazza Mazzini

Parte il 23 novembre la kermesse ecosostenibile del Municipio Roma XVII
Enzo Luciani - 22 Novembre 2012

Da venerdì 23 a domenica 25 novembre prossimi, in Piazza Mazzini, si svolgerà una kermesse di tre giorni dedicata a green economy, spending review e sostenibilità ambientale che abbiamo chiamato “Ritrovarsi, al verde”. Un evento rilevante, che chiama a raccolta i cittadini, le scuole del territorio, le Università, le aziende ecosostenibili, gli studi professionali per alimentare un dibattito e una sinergia di intenti su questioni di importanza capitale. Si parlerà di bioedilizia, di fonti rinnovabili, di ciclo dei rifiuti, di consumi intelligenti, di efficienza energetica, di lavoro e nuove opportunità solo per nominare alcuni temi sul tavolo. L’obiettivo non è solo aprire un dibattito, ma alimentare azioni tangibili, che abbiano nel Municipio un confine di applicazione molto concreto. L’intera manifestazione sarà incorniciata e allietata, inoltre, dagli stand di una bella festa della cioccolata.

La green economy, d’altra parte, non è soltanto una filosofia, per quanto ispiri idee nuove. Solo per limitarsi alla nostra realtà più vicina, va detto che il Lazio si colloca al terzo posto tra le regioni con 33.028 imprese green. Roma, tra le province laziali, è al primo posto nella regione e seconda in Italia con ben 23.756 aziende. Una rivoluzione verde che, secondo i dati dell’Unione Industriali, interessa il 23,6% delle aziende. Peraltro, si tratta di quelle con la maggiore propensione all’innovazione: il 38% delle imprese green hanno introdotto innovazioni contro il 19% circa delle altre. Il doppio, insomma. Investire in ecosostenibilità è, quindi, anche sinonimo di innovazione nel campo tecnologico, nei beni prodotti e nei servizi offerti.

“Le nostre giornate dedicate alla green economy sono un segnale forte – ha dichiarato la Presidente del Municipio Roma XVII, Antonella De Giusti-. Vogliamo indicare una direzione di marcia, vogliamo che si alimenti un impegno pubblico diffuso per il superamento di un modello di sviluppo alternativo all’attuale spreco di risorse, per un potenziamento dell’offerta e dell’utilizzazione di energie rinnovabili, per sviluppare la raccolta differenziata, incentivare la bioedilizia, il risparmio energetico e promuovere la riqualificazione urbana e ambientale. Green economy per noi, in senso largo, vuol dire anche lotta al degrado, per il decoro urbano, per un modo di governare fatto di buone pratiche e di civismo, di partecipazione dei cittadini, di trasparenza e di attenzione e cura per i nostri quartieri e per la qualità della vita. Ciò è possibile – ha concluso la De Giusti – mettendo in campo politiche pubbliche mirate e imprenditoria ‘illuminata’, che sappia alimentare questa mercato in ascesa. Abbiamo già avviato molte iniziative pure nella ristrettezza di risorse, e altre sono in cantiere”.

Dar Ciriola asporto

La tre giorni di Piazza Mazzini, dunque, è anche l’occasione per ripresentare (o presentare ex novo) alcuni progetti verdi del Municipio. Venerdì stesso, ormai conclusa la fase di test, partirà il nuovo ventaglio di tariffe per ‘Carica!’ il servizio di bici elettriche a pedalata assistita. Attorno a esso si è già creata una piccola comunità di utenti che è senz’altro destinata a crescere. La kermesse sarà anche l’occasione per tornare a parlare di ‘Me ne occupo io’, dove si propone ai cittadini e a ‘soggetti’ associativi o imprenditoriali interessati di avanzare la propria candidatura per curare alcuni spazi urbani e per mantenerne vivo il decoro laddove i ‘tagli’ al bilanci pubblici impediscono di farlo direttamente. Inoltre, non va dimenticata la partecipazione del Municipio XVII a un workshop sui temi del risparmio energetico e della riqualificazione edilizia svolto dall’Università La Sapienza e il successivo audit energetico di un edificio campione del municipio.

Tra le nuove iniziative che verranno proposte in Piazza Mazzini dal 23 al 25 novembre, c’è in primo luogo un opuscolo dedicato al risparmio energetico, una sorta di ‘guida’ che verrà distribuita a tutte le famiglie per consigliare pratiche ‘virtuose’ sul tema. Verrà presentato, inoltre, in formato ‘beta’ e sperimentale, anche un progetto tecnologico innovativo (Smart Roma XVII), che consentirà in futuro di ottenere sul proprio smartphone o tablet moltissime informazioni sui punti di interesse del municipio, lo stato dell’offerta di servizi pubblici e privati, le loro modalità di utilizzo, alcuni servizi di orientamento e di guida, senza dimenticare i contenuti tipici del turismo culturale. A regime, sarà poi sufficiente scaricare gratuitamente l’App “walking about – Roma XVII” per avviare il servizio e accedere alle informazioni.

“Vorremmo che ‘Ritrovarsi, al verde’ sia una bella opportunità per indicare una via diversa. Non solo nel campo specifico della green economy, ma anche in quello del ruolo che un ente localissimo e di massima prossimità come il Municipio può svolgere nell’attività di governo. ‘Green’ deve essere non solo l’ecosistema urbano, ma anche la politica, l’amministrazione pubblica, il governo. L’attenzione alle fonti energetiche, al risparmio, alla differenziata deve partecipare della stessa filosofia di chi vorrebbe introdurre il seme delle buone pratiche nell’amministrazione quotidiana. È quello che abbiamo fatto in questi anni, e speriamo che stia già dando o dia presto i suoi frutti” ha concluso la Presidente del Municipio Roma XVII.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti