Grottaferrata: Consorzio Ad Maiora, filiera del vino e governance

Il primo febbraio, presso Agricoltura Capodarco si parlerà di territorio e di sviluppo sostenibile del territorio
Enzo Luciani - 25 Gennaio 2013

Il primo febbraio alle ore 10.00 a Grottaferrata, presso l’agricoltura Capodarco, si parlerà di agricoltura e sviluppo rurale. “Filiera del vino e governance per uno sviluppo sostenibile del territorio” questo il titolo del workshop organizzato dal Consorzio Ad Maiora e cofinanziata dal FEASR – Programma di Sviluppo Rurale della Regione Lazio 2007/2013.

A moderare il tavolo tematico sullo sviluppo locale il Direttore del Paese Sera Enrico Fontana , daranno il loro contributo Giuseppe De Righi Presidente del Distretto Agroalimentare di Qualità dei Castelli Romani e Prenestini, Stefano Sbaffi – Area politiche territoriali, di mercato e programmazione integrata Regione Lazio, Roberto Aleandri – Area coordinamento e programmazione comunitaria Regione Lazio, Patrizia Di Fazio – Direttore GAL Castelli Romani e Monti Prenestini, Silvano Falocco – Economista Ambientale, Carlo Hausmann Camera di commercio di Roma Azienda Romana Mercati, Daniela Toccaceli Università di Firenze, Alessandro Monteleone – Rete Rurale Nazionale Inea – “Ruolo dei progetti integrati nella nuova programmazione 2014/2020, Serena Tarangioli – Rete Rurale Nazionale Inea – “Ricerca sui distretti e prospettive dei distretti e delle reti nella nuova programmazione 2014/2020, Don Franco Montelubianesi Fondatore Comunità Capodarco, Roberto Marino Banca Etica Resp. Centro Italia.

L’obiettivo dell’iniziativa è condividere e scambiare idee e proposte su come valorizzare la filiera del vino nella prossima programmazione comunitaria 2014 – 2020, proprio a conclusione del progetto integrato nei castelli romani finanziato dalla Regione Lazio. L’Unione Europea, infatti pone al centro delle politiche di sviluppo la governance come fattore strategico per l’utilizzo delle risorse. In questo scenario il Consorzio Ad Maiora vuole promuovere il nostro territorio forte della sua esperienza nel settore e nell’attuale programmazione.

“Il consorzio Ad Maiora – dichiara De Righi – coordina uno dei progetti integrati di filiera della Regione Lazio, e sta investendo molto sul territorio non solo attraverso risorse economiche ma anche attraverso la realizzazione di progetti fondamentali per lo sviluppo locale. Il consorzio – prosegue il Presidente del Distretto Agroalimentare di Qualità dei Castelli Romani e Prenestini – è formato dal Distretto delle eccellenze, da diversi produttori e cantine del territorio ed ha realizzato molti obiettivi, dimostrando che la collaborazione fra soggetti pubblici e privati può essere produttiva, quando si chiariscono gli intenti e quando c’è la giusta competenza nello svolgimento delle procedure”.

Partecipano inoltre i Sindaci dei Comuni di: Ariccia, Albano Laziale, Castel Gandolfo, Cave, Colonna, Frascati, Gallicano nel Lazio, Genzano di Roma, Grottaferrata, Lanuvio, Lariano, Marino, Monte Compatri, Monte Porzio Catone, Nemi, Palestrina, Rocca di Papa, Rocca Priora, San Cesareo, Velletri, Zagarolo, Ardea, Labico, Ciampino, Rocca di Cave, Capranica Prenestina, Castel S. Pietro Romano; la Provincia di Roma, il Parco Regionale dei Castelli Romani, i partner privati del Distretto delle Eccellenze, del GAL Castelli Romani e Monti Prenestini, del Consorzio Ad Maiora. 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti