Halloween all’Auditorium con gli Yo La Tengo

Sabato 31 ottobre 2015 la storica band indie-rock americana si esibirà al Parco della Musica di Roma in un concerto che si annuncia indimenticabile
di Valerio Di Marco - 6 Ottobre 2015

Non avete ancora deciso cosa fare ad Halloween (sempre che si debba per forza fare qualcosa)? Ebbene, un suggerimento potrebbe essere il concerto degli Yo La Tengo all’Auditorium.

Yo La Tengo

Yo La Tengo

Un appuntamento con la Storia poiché sul palco della Sala Petrassi andrà in scena una vera e propria leggenda dell’indie-rock americano, una tra le band più influenti di sempre che farà tappa a Roma nel tour a supporto di Stuff Like That There, il nuovo album – diciassettesimo della loro carriera – uscito ad agosto.

Ira Kaplan e soci, peraltro, sono tornati da poco ad essere un quartetto dopo il rientro nei ranghi del chitarrista Dave Schramm, separatosi dagli altri all’indomani della pubblicazione del primo disco, Ride The Tiger, pubblicato nel 1986.

Un disco che fu un po’ il manifesto del loro approccio nostalgico e retrò ma proiettato in avanti, con un linguaggio musicale di rottura. E questo nonostante le numerose cover di altre band o artisti degli anni ’60 e ’70 che da sempre la formazione del New Jersey ha l’abitudine di infilare in ogni suo lavoro.

disegnoE proprio da cover, oltre che da versioni re-incise di loro brani del passato, è composto Stuff Like That There: Cure, Hank Williams, Parliaments, Sun Ra, Lovin’ Spoonful e Darlene McCrea. Il tutto ovviamente rielaborato in chiave YLT. Come ai tempi di Fakebook, il loro album del 1990 di cui questa nuova opera si propone come l’ideale seguito. Del resto, scovare tesori nascosti nella cantina della musica è sempre stato il loro passatempo preferito. E se nella cantina si scovano anche brani loro, tanto meglio.

Anche perché è facile confondersi. Tra gli Yo La Tengo e i grandi del passato c’è sempre stato un filo sottile ad unirli. In loro hanno sempre rivissuto (e convissuto) i grandi del rock made in USA e non solo, dai Byrds ai Grateful Dead, dai Creedence Clearwater Festival ai Jefferson Airplane, dai Velvet Underground ai Television. Il tutto aggiornato ai tempi correnti. Che per loro erano l’America degli anni ottanta, quando voltarsi indietro era quasi passibile di reato, oltrechè demodè.

Oggi, invece, à la mode è festeggiare Halloween, magari in discoteca vestiti da personaggi horror. Ma se per qualcuno la buona musica conta ancora qualcosa, l’appuntamento è all’Auditorium sabato 31 ottobre.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti