Hats & Cake, presentata la collezione Autunno/Inverno 2011-12

Giovedì 27 ottobre all’Antica manifattura di Cappelli di Patrizia Fabri in via degli Scipioni 46
di Federico Carabetta - 31 Ottobre 2011

Pomeriggio interessante quello di giovedì 27 ottobre all’Antica manifattura di Cappelli di Patrizia Fabri in via degli Scipioni 46 dove per Hats & Cake è stata presentata la collezione Autunno/Inverno 2011-12.

Dal numero e dalla qualità dei numerosi intervenuti è apparso evidente che il gusto di un elegante cappello che caratterizzi o conferisca importanza oppure grazia al volto non è mai venuto a mancare e semmai si è andato rafforzando specie ultimamente in chi tiene al proprio aspetto. Ora sembra essere il trend della moda per la prossima stagione invernale.

Location ideale, d’eccezione, l’atelier-laboratorio di Patrizia Fabri che da vera padrona di casa ha condotto gli ospiti in un viaggio fantastico, punteggiato di testimonianze dalla più recente attualità delle creazioni a quello di un passato remoto quanto romantico.

Noi siamo stati piacevolmente accolti e ci sono stati illustrato ampiamente i risultati splendidi ottenuti dal connubio tra la maestria della lavorazione artigiana e la qualità dei materiali impiegati, fattori che in definitiva rendono le creazioni dell’Antica Manifattura Cappelli, veri pezzi unici inconfondibili nello stile e nell’originalità, pensati per la clientela più esigente e abituata a concedersi solo il meglio in fatto di qualità, stile, eleganza.

Abbiamo avuto così modo di apprezzare della collezione Patrizia Fabri la parte “pensata più urban chic, per una donna dinamica, spiritosa ma desiderosa di avere un look glamour e originale, stando attenta ai dettagli”. La collezione – ci precisa la nostra esperta guida – presentata in gennaio a Parigi in occasione di Premiere Classe e Tranoi, ha ottenuto notevoli consensi ed è attualmente distribuita nelle migliori boutique italiane e internazionali.

Per il “dolce happening” ci è stato mostrato poi la selezione delle migliori aziende straniere di cappelli: Valeur, Katrine M e Autruche, Nicki Marquardt e Rizvi Millinery e per l’uomo le collezioni della Muhlbauer, James Lock e della Stetson, oltre alla ditta italiana Panizza.

Per giocare con l’evento ci hanno fatto assaggiare le gustose e invitanti leccornie create dalla cake designer Rosaria Garzone enfatizzanti il mood di come cappelli e dolci possano colorare e scaldare l’animo nelle fredde giornate invernali.

Sorvoliamo sull’aspetto che oseremmo definire museale della visita che sciorina tra l’altro un rispettabile numero di cappelli antichi dagli anni ’20 agli anni ’50-60 provenienti da donazioni oppure scovati da Patrizia Fabri da antiquari e mercatini vintage e giungiamo alla fine del nostro percorso, il luogo dove prendono forma e consistenza le idee, il laboratorio vero e proprio.

Adotta Abitare A

Qui le pareti mostrano una quantità sbalorditiva di forme in legno di tiglio servite per almeno due secoli e mezzo per dar vita a cappelli di tutte le fogge. Lo sguardo va subito alla ricerca delle forme per i cappelli più romantici, quelli detti a cilindro, e scopriamo di altissime e alte quanto basta, di svasatissime e quasi perfettamente cilindriche e pure altre fogge viste tante volte in stampe d’epoca.

Proprio nel fondo del laboratorio tra antiche macchine, Daniela Costanzo collaboratrice presso l’atelier ci presenta il Mastro cappellaio Sandro Bellucci proprio mentre avvince i visitatori facendo praticamente nascere sotto i loro occhi un magnifico cappello e spiegando come la lavorazione rispetti ancora in gran parte tutte la fasi e gli antichi canoni.
Organizzatrice dell’evento l’esperta di moda Simonetta Mulas che è l’addetta alle comunicazioni e ai contatti con la stampa.

Tra gli ospiti intervenuti abbiamo scoperto un designer d’alta moda di Valentino con la responsabile della sartoria, la storica dell’arte ed esperta di bijoux americani d’epoca Silvana Venturini, l’esperta di moda e famosa Personal Shopper Annamaria Nardi, il Maestro Antonio Graneri dei Probiviri dell’Antica Accademia dei Sartori, i due editori della rivista Woman & Bride, un gruppetto di allieve della Maison Valentino, vari ospiti illustri oltre a clienti affezionati.

Foto 1 – Patrizia Fabbri. 2 – Il mastro cappellaio.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti