I mal di pancia e le chiacchiere

GiProietti - 16 Febbraio 2021

Già prima della pubblicazione della “lista” era chiaro per tutti che avevamo molta urgenza di metterci a lavorare bene, per recuperare il tempo perduto: fare le Riforme di Sostegno ed elaborare e approvare entro circa 2 mesi un Piano per acquisire le direttive e i 214 (non 209) miliardi di euro, tra sussidi e prestiti, per l’Italia.

Si era detto che bisognava lavorare in silenzio (non c’è tempo per le chiacchiere) e “pancia a terra”!
Invece la pancia comincia a fare male e le chiacchiere cominciano a crescere già prima del primo discorso pubblico di Draghi, quello al Senato per ottenere la fiducia!
Nooooo, non va bene!
Studiate, politicanti, perché non avete capito i termini dei problemi immensi che ci ritroviamo!
La cultura politica e solidale bassa dei “cittadini” italiani da un po’ di decenni manda al Parlamento persone non adeguate. Adesso abbiamo toccato il fondo e dobbiamo cercare di rimediare e invertire la tendenza.

Quelli tra i parlamentari che non ci hanno capito niente, cominciano a starnazzare per farsi intervistare da “Un giorno da pecora” ed avere un minimo di visibilità; quelli che hanno avuto sentore della gravità della situazione, non avendo mai toccato e nemmeno letto un libro, urlano al Ministro della Sanità perché giovedì scorso non abbia avvertito i titolari degli impianti di risalita che il CTS, venerdì (!), avrebbe raccomandato la loro chiusura.

Gli altri tra i “politici”, che hanno capito che devono dare una mano ai “tecnici” a fare quello che loro non avevano nemmeno immaginato, magari smussando gli spigoli duri dei lignei seggi delle Camere e raccogliendo consenso tra i loro sodali, hanno cominciato a prendere tisane e camomille, per alleviare il mal di pancia, che viene ogni volta che si cambia il regime dietetico.

Allora, rimettiamo “la pancia a terra”, non andiamo a sciare né a difendere quelli che si curano delle sciocchezze, e andiamo tutti a lavorare!
Cioè a fare, in due mesi, riforme che non avete fatte in 10 anni, e a progettare e gestire un Piano che NON AVETE MAI NEANCHE IMMAGINATO, fin dal 2 giugno 1946!!!

A LAVORARE, E SENZA CHIACCHIERE!


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti