I Pronto Soccorso di Roma e Lazio sono sotto assedio: 1100 pazienti in attesa

I dati sono stati forniti dal presidente della società italiana medicina di emergenza e urgenza (Simeu)

Continua ad aggravarsi la situazione nei Pronto soccorso di Roma e del Lazio.

Secondo i numeri forniti dalla Società italiana di emergenza e urgenza (Simeu) nella giornata di ieri erano 1.100 i pazienti in attesa di essere visitati nei pronto soccorso.
Uno scenario davvero inquietante che mostra lo stato della sanità nella nostra regione, e che solo parzialmente si può addebitare alla chiusura dell’ospedale di Tivoli dopo l’incendio dello scorso 9 dicembre 2023.

Ad accendere i riflettori sulla situazione è stato il blitz coordinato dai due consiglieri regionali del Lazio Massimiliano Valeriani e Emanuela Droghei, che hanno passato la giornata del 2 gennaio 2024 a documentare la situazione difficile nei pronto soccorso della capitale.

Secondo quanto riferiscono, la situazione riscontrata sarebbe altamente drammatica: “Abbiamo trovato un affollamento di pazienti e una situazione molto complessa – fanno sapere – . Ambulanze davanti ai pronto soccorso che fungono da barelle per mancanza di posti letto, carenza di personale e ancora tanti pazienti positivi al covid. Questa – dichiarano Valeriani e Droghei – è la situazione, drammatica, che abbiamo trovato. Questa grave situazione è la conseguenza del fallimento della politica sanitaria dell’amministrazione Rocca. L’acquisto di posti letto dai privati, come avevamo ampiamente previsto, non ha portato a nulla”.

Dalla Pisana non negano che la situazione sia critica. Andrea Urbani, che è direttore generale della Sanità, scrive ai dirigenti degli ospedali affinché attivino “immediatamente misure straordinarie”, come “individuare aree dedicate anche limitrofe al pronto soccorso per allocare i pazienti”, oltre che “richiamare il personale dalle ferie”.

All’offensiva del Partito Democratico risponde indirettamente lo stesso Rocca, con un post Facebook in cui addebita però i problemi alle precedenti amministrazioni di centrosinistra: “Un grazie agli operatori sanitari in queste giornate impegnative per lo sforzo enorme. Stiamo faticosamente recuperando anni di sfascio, debiti, e mancata attenzione per gli anziani. Vinceremo la battaglia per dare dignità e salute ai nostri cittadini”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati