Francesco Sirleto primarie V municipio

I Robot vanno a scuola alla Marco Polo

La positiva esperienza didattica dalla Scuola Primaria dell'81° Circolo
di Maria Giovanna Tarullo - 29 Novembre 2011

Si rinnova l’esperienza didattica portata avanti con grande soddisfazione dalla Scuola Primaria 81° Circolo "Marco Polo": il progetto pilota "Robotica a Scuola" che permette ai piccoli di implementare in modo significativo il loro percorco scolastico.

Nel corso delle ore dedicate all’iniziativa gli alunni verranno avvicinati al mondo della robotica, affrontando la disciplina ed integrandola con le altre previste dal progetto ma allo stesso tempo dando una propria dignità alla materia con lo studio della robotica e del mondo ispirato dal grande scienziato e scrittore Isaac Asimov che ne ha stabilito e curato i concetti fondamentali.

Anche i bambini si cimenteranno nella creazione di robot di vario genere attraverso l’utilizzo di materiali comuni, conferendo ai manufatti scopi personali e pertinenti misurandosi con le "Tre Leggi della Robotica" e con la loro fantasia. Mentre durante la Settimana Europea della Robotica (28 novembre- 4 dicembre), coordinata dalla Scuola di Robotica di Genova, verranno presentate le attività inerenti al progetto anche alle classi che non aderiscono all’iniziativa.

Saranno coinvolti sia alunni che genitori, come ad esempio per la sfida “Maschi contro Femmine”. Inoltre verranno proposti giochi didattici in giardino o in palestra sulla robotica, si terranno visioni di filmati con più classi sul tema dei Robot, del loro rapporto con l’uomo, con le altre tecnologie e l’ambiente.

Gli alunni del percorso più avanzato terranno lezioni di tutoraggio a bambini di altre classi sulla costruzione dei Robot WeDo Lego, con linguaggio di programmazione LabVIEW della National Instruments, illustrando non solo come si costruisce un Robot ma spiegandone la struttura e le finalità in relazione alle Tre Leggi della Robotica di Asimov.

Tutte le attività svolte durante la settimana, come del resto per il progetto che si porta avanti, si avvalgono della consulenza e della collaborazione dell’esperto prof. David Scaradozzi dell’Università Politecnica delle Marche, che con grande professionalità si “propone” ai bambini con entusiasmo e straordinaria competenza e con il apporto professionale didattico – educativo dell’Ins. Cinzia Vergine. Non si può non menzionare il supporto del dott. Augusto Mandelli, Big Physics Segment Business Manager, Southern Europe della National Instruments, il primo a credere nel progetto ed il più incisivo nel supportarlo, attraverso la donazione di materiale. Responsabile e ideatrice del Progetto l’Ins. Mariantonietta Valzano. 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti