I Vignaioli dell’Etna, per la prima volta insieme, a Roma

Sabato 15 e domenica 16 settembre 2012 alla scoperta dei vitigni autoctoni etnei e i suoi vini Doc
di Riccardo Faiella - 13 Settembre 2012

Sabato 15 (ore 14-20) e domenica 16 settembre 2012 (ore 12-20), Roma si appresta a vivere un appuntamento che ha il sapore di un evento eccezionale.

Per la prima volta i viticoltori siciliani delle pendici dell’Etna, tutti insieme, si riuniscono nella capitale per partecipare a una due giorni alla scoperta dei vini DOC degli “impervi vigneti ai piedi della montagna” più alta di Sicilia. La location è l’Hotel Victoria di via Campania 41, vicino via Veneto, a due passi da Villa Borghese.
Una montagna particolare, una montagna di fuoco, che regala un sapore diverso. Infatti, è proprio il vulcano a caratterizzare il terroir, tanto che “ogni versante che si dirama dalla cima del cratere regala dei vigneti singolari e diversi nelle loro espressioni anche solo per pochi metri di distanza l’uno dall’altro”, come afferma Tiziana Gallo, una delle organizzatrici dell’evento.

I vitigni autoctoni, coltivati ad alberello su terreno vulcanico sabbioso, rispettando le antiche origini greche, producono i famosi Nerello Mascalese, Nerello Cappuccio, Carricante e Minnella. Tutti sapori e profumi restituiti alla collettività, dopo un lungo periodo, coincidente con il secondo dopoguerra, in cui i preziosi vitigni erano stati abbandonati al loro destino.
L’ultimo decennio, invece, dopo consistenti investimenti, ha visto il progressivo recupero di un territorio così ricco e caratteristico, contrassegnata dall’alta qualità dei prodotti della vitivinicoltura.
Ma andiamo alla scoperta di questi straordinarie realtà, attraverso la scheda tecnica di alcune aziende e dei loro prodotti.

Azienda TERRE DELL’ETNA, Randazzo (Catania), 750 m.s.l.m.
Etna Rosso DOC (13,5-14,5 % Vol.): terreno vulcanico ricco di sali minerali; uve Nerello Mascalese e Nerello Cappuccio; sistema di allevamento ad Alberello e spalliera; vinificazione con macerazione 8-10 giorni e fermentazione alcolica a temperatura non superiore a 27 gradi; si accompagna bene con arrosti di carne, cacciagione e formaggi stagionati.
Afrodite: Etna Bianco DOC (12-12,5% Vol.); terreno vulcanico; uve Carricante e Catarratto; sistema di allevamento a spalliera a cordone speronato; vinificazione pressatura diretta delle uve in pressa pneumatica a temperatura controllata; temperatura di degustazione 8-10 gradi; adatto con piatti a base di pesce, crostacei e frutti di mare.
Amore e Psiche: Rosato Igt (12% Vol.); terreno vulcanico ricco di sali minerali; uve Nerello Mascalese; sistema di allevamento spalliera a cordone speronato; temperatura di degustazione 12-14 gradi; adatto con piatti a base di carni leggere, formaggi freschi, salumi, bolliti, pesce e pizza.

Azienda I Vigneti di Salvo Foti
Terroir: Eolie, Etna, Calatino, Monti Iblei, Pachino, Pantelleria.

Azienda agricola Tasca d’Almerita
Camastra Rosso Sicilia Igt; tenuta Regaleali (Palermo); vitigni Nero d’Avola e Merlot; sistema di allevamento spalliera Guyot e cordone speronato; gusto di grande struttura e morbidezza, con tannini setosi e avvolgenti.
Nozze d’Oro: Bianco DOC Contea di Sclafani; Inzolia (78%) su suoli argillosi calcarei, e Sauvignon Tasca (22%)su sabbie arenarie a grana fine; per il gusto le note olfattive vengono amplificate dalla freschezza e dalla sapidità lasciando una sensazione di grande complessità e struttura.
Cabernet Sauvignon: Tenuta Regaleali; terreni profondi, argilloso fini, leggermente calcarei; il gusto è ricco ed elegante, tannini persistenti e morbidi, molto equilibrato.
Leone d’Almerita: uve bianche di alta collina (raggiungono i 900 metri); vitigni di Catarratto, Pinot Bianco, Sauvignon e Traminer Aromatico; fermentazione in vasche d’acciaio inox; gusto dei grande personalità, piacevolmente morbido, ricco, intenso e fragrante e lascia una piacevole sensazione di frutto dolce e maturo.

VIGNAIOLI DELL’ETNA
HOTEL VICTORIA – via Campania 41 (vicino via Veneto e Villa Borghese)
Sabato 15 settembre (ore 14-20) e domenica 16 settembre (ore 12-20)
Ingresso: 15 euro
INFO: Tiziana Gallo 3388549619 – tiziana gallo@libero.it 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti