Farmacia Federico consegna medicine

Il 25 Aprile nel VI: Istituzioni e cittadini uniti nel ricordo e nella festa

Le celebrazioni della Liberazione nei quartieri del Municipio VI
di S. F. - 27 Aprile 2012

E’ stata una splendida giornata di sole nei quartieri del VI municipio, con la stragrande maggioranza degli abitanti che (forse a causa della crisi) hanno preferito, alle gite fuori porta, la festa con gli stand gastronomici e la musica eseguita da gruppi giovanili, i mercatini, l’ampia partecipazione alle celebrazioni organizzate dalle istituzioni e dai partiti, così come il convegno organizzato da varie associazioni culturali.

A Torpignattara, con la strada in buona parte chiusa al traffico a causa del mercatino domenicale, sono state ben tre le celebrazioni (con deposizioni di corone) della Liberazione: la prima in piazza della Marranella, con la partecipazione del Presidente Giammarco Palmieri, che, dopo aver deposto una corona sotto la lapide che ricorda i “Martiri della Libertà”, ha pronunciato un breve discorso sull’attualità dei valori contenuti nella Resistenza e che sono risultano inscritti nella Carta costituzionale. Dopo di lui sono intervenuti, a nome dei partiti del territorio, Luciano Chiolli (per il PD) e Francesco Sirleto (per la Federazione della Sinistra), che si sono soffermati su figure ed episodi della Resistenza nei quartieri del VI municipio, ricordando entrambi il comandante partigiano (scomparso un mese fa) Rosario Bentivegna. Successivamente sono state deposte una corona sotto la lapide del partigiano Valerio Fiorentini (in via Torpignattara), e un’altra corona ancora nella zona di Villa Certosa, sotto la lapide che ricorda i due partigiani Guerrino Sbardella e Pietro Principato.

A Villa Gordiani, nella stessa mattinata, una corona era stata deposta, a cura del Municipio, in Largo delle Terme Gordiane.

Nel pomeriggio gli eventi più importanti si sono svolti al Pigneto. Innanzitutto il Convegno sul “Ruolo delle donne nella Resistenza” (presso la Casa delle culture e delle Generazioni di via Isidoro di Carace), organizzato dall’Associazione Irideventi, dalla Casa Internazionale delle donne e dal CSA Isidoro di Carace. Al Convegno sono intervenuti la prof.ssa Francesca Koch, il prof. Francesco Sirleto e la Presidente dell’ANPI, sezione Pigneto, Luigina Meco Lomuti. L’attrice Antonella Civale ha letto brani di memorie di donne della Resistenza, alternandosi con la violinista Roberta Mammucari, che ha eseguito celebri pezzi classici di autori quali Corelli, Albinoni, Shumann, Mascagni, Massenet.

Contemporaneamente, nei giardini intitolati ai martiri Ferdinando Persiani e Fernando Nuccetelli, deportati e morti a Mauthausen nel 1944, l’associazione culturale ex SNIA, l’ANPI Pigneto, la Casa del Popolo di Torpignattara, unitamente al Comitato di Quartiere Pigneto, davano vita ad una festa con migliaia di giovani partecipanti. Tra brindisi alla birra, piatti di pasta e panini con salsiccia, si è trovato spazio e tempo a sufficienza per dibattiti sulla memoria ma anche su temi di attualità, esibizioni di gruppi musicali, raccolte di firme per la difesa dell’art. 18. Un 25 Aprile in cui si è cercato, attraverso le varie manifestazioni, di connettere il passato glorioso della Resistenza e della conquista della Costituzione con la riflessione e l’impegno per la difesa del lavoro, della scuola pubblica, dei diritti civili e sociali, contro il precariato e contro la disoccupazione giovanile. Un 25 Aprile di memoria e di speranza. 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti