Il Campidoglio vara “il piano taxi”

Maggiore trasparenza e probabile aumento delle tariffe
di Maria Giovanna Tarullo - 2 Febbraio 2010

Se pensiamo alla categoria dei tassisti, purtroppo, ci vengono in mente solo episodi spiacevoli, che vedono protagonisti i poveri turisti stranieri a cui vengono spillate ingenti somme di denaro per piccole corse nel centro storico della capitale. Questa volta, proprio nel momento in cui si è acceso il dibattito sull’ipotesi di un aumentare le tariffe dei taxi, due tassisti romani si sono distinti per due episodi che hanno contribuito a riscattare il mondo dei tassiti, spesso mal visto dagli stessi cittadini e turisti. Protagonisti delle due storie, avvenute nel mese di gennaio, sono: Mauro Paolinelli e Marco Bartoloni. Il primo, socio della Coeuropa associata all’Assodemoscoop, ha trovato all’intero della tasca posteriore del sedile di guida un porta documenti contenente i soldi, passaporti, documenti vari, santini e una ricevuta che gli ha permesso di risalire ai turisti: due passeggeri malesi che aveva trasportato da un residence ai Musei Vaticani. Il secondo si era reso protagonista di un episodio simile nei primi giorni del 2010.

Il vicesindaco Mauro Cutrufo, lo scorso 29 gennaio, ha voluto ospitare i due tassisti presso il Campidoglio, dove sono stati omaggiati con una medaglia di bronzo ed il cortometraggio, realizzato da Franco Zeffirelli, "Omaggio a Roma". Durante la cerimonia, che ha visto anche la presenza del consigliere Maurizio Berruti e Angelo Mele (il tassista testimonial della campagna di comunicazione "Roma loves tourists", destinata agli operatori del turismo), Cutrufo ha dichiarato: "un gesto simbolico di riconoscimento per questi operatori dell’accoglienza che, con la loro normalità, hanno mostrato ancora una volta il vero volto di Roma, quello dove la maggioranza delle persone svolge il proprio lavoro con coscienza e correttezza". 

"I tassisti del resto sono, forse in assoluto, il primo biglietto da visita della nostra città verso il turista, ma purtroppo a tenere banco sui giornali sono episodi isolati di chi si approfitta e truffa i turisti, rimandando un immagine non veritiera della nostra città, soprattutto all’estero" "La comunicazione è alla base della buona accoglienza – ha detto ancora Cutrufo – e per questo abbiamo inserito la lingua giapponese in tutti i mezzi di comunicazione del Comune di Roma verso il turista, come i tourist angels, il sito del turismo, lo 060608 e in tutti servizi che, entro la fine dell’anno, parleranno anche la lingua cinese."

Ritornando al caso dell’eventuale adeguamento delle tariffe, il Campidoglio ha lanciato, su proposta dell’apposita commissione consultiva, l’operazione trasparenza sui prezzi al tassametro: un "piano integrato di comunicazione" che punta a fare chiarezza subito, prima che il cliente salga in vettura. Il Sindaco Alemanno ha illustrato il progetto, che vede come elemento centrale i 57 "Totem informativi", collacati presso gli alberghi del centro, nelle zone di maggior interesse turistico e a Termini. Il servizio nasce con lo scopo di rendere il mondo dei taxi più compresibile, evitando spiacevoli sorprese. Infatti i totem esporrano in lingua italina ed inglese le tariffe, renderanno disponibili informazioni generali sul servizio (come riconoscere un taxi regolare, obblighi dei conducenti ecc.) e di pubblico interesse (numeri forze dell’ordine, soccorso, uffici, nodi di scambio…) e includeranno il servizio Bluetooth, in fase sperimentale, per dialogare con i taxi e per dare informazioni turistiche ai passanti.

Ultimato il tavolo di concertazione sulla revisione delle tariffe, i totem entreranno in funzione sperimentalmente nel I Municipio. Gli altri elementi del piano puntano: all’obbligo di affiggere le tariffe sulle portiere dei taxi, accanto al numero di matricola; all’esposizione di un box informativo all’aeroporto di Fiumicino, all’interno del molo B; alla creazione di un sito Internet ufficiale del servizio taxi nella Capitale, con tutte le informazioni (tariffe, punti di sosta e chiamata vetture, percorsi turistici…); all’ applicazione certa dello sconto notturno per donne sole (-10% tra le 21 e l’una).

Anche il sindaco Gianni Alemanno è intervenuto sulla questione taxi, riferendosi però alla ben più spinosa vicenda della possibile stangata-tassametro: "Sull’aumento delle tariffe dei taxi – ha dichiarato – dovrò parlare al più presto con l’assessore alla Mobilità Sergio Marchi che sta conducendo la trattativa e vedremo a che punto siamo arrivati». Il piano proposto dal Sindaco Alemanno e dall’assesore Marchi non mette, però, tutti d’accordo, come afferma Umbero Marroni, capogruppo del Pd del Comune di Roma, che dichiara : "La volontà della Giunta Alemanno di aumentare le tariffe dei taxi rischia di penalizzare sia l’utenza che la categoria e preannuncia una politica degli aumenti, a firma Alemanno, che graverà sui servizi di trasporto pubblico determinando ulteriori costi per la mobilità quotidiana dei romani. Il Pd capitolino è contrario all’ipotesi avanzata dal Sindaco e dall’Assessore Marchi ed invita la maggioranza ad intraprendere una politica degli incentivi tesa ad abbassare i costi del lavoro per i tassisti senza intaccare il sistema tariffario garantendo così la fruibilità del servizio anche ad una fascia piùampia della cittadinanza".


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti