Il campo di calcio di Villa Gordiani in Consiglio municipale

Venerdì 25 gennaio 2019 in una seduta quasi surreale
La lettera dell’ASD Villa Gordiani in merito a quanto è accaduto venerdì 25 e nei precedenti incontri con l’Amministrazione Municipale - 27 Gennaio 2019

Venerdì 25 gennaio 2019 abbiamo assistito ad una seduta di Consiglio quasi surreale dove per la prima volta dalle elezioni del 2016 il gruppo 5Stelle ha mostrato tutta la sua incapacità al confronto e alla mediazione nei confronti dei ragazzi dell’ASD Villa Gordiani che da anni si batte per il recupero dell’unico campo di calcio veramente pubblico dell’intero Municipio Roma V.  Seduta surreale, dove forse per la prima volta e’ venuto fuori un volto diverso del M5S da quello fino ad oggi rappresentato e che parlava oltre che di trasparenza e legalità, anche di partecipazione e confronto con i cittadini.

Niente di tutto questo e ad una Mozione presentata per sospendere i lavori di demolizione delle strutture presenti al Campo Comunale Gordiani da oltre sessant’anni per un tempo ragionevole, quello necessario alla presentazione di un articolato progetto da contrapporre a quello del Municipio, che vorrebbe sit simpliciter demolire l’unico luogo interamente pubblico nato è voluto per essere alla portata di tutti, Popolare. Un tempo non concesso dai Pentastellati  i cui “falchi“ sono stati visti redarguire il consigliere Christian Belluzzo per il voto a favore o rincorrere la consigliera D’Alessandro per essere uscita dall’aula per non partecipare al voto. Ma la storia del glorioso Campo Gordiani non finisce di certo nel Consiglio di venerdì, tutt’altro. C’è un contenzioso grande come una casa e nel contempo una sfida in atto, quella dei ragazzi dell’ASD  Villa Gordiani che hanno formalizzato la richiesta di un Consiglio Straordinario da tenere nel pomeriggio al fine di dare ai cittadini dei quartieri limitrofi al campo di poter partecipare alla discussione di una scelta da fare che di certo li riguarda.

Adesso non  ci resta che aspettare se la maggioranza penta stellata avrà il buonsenso di accettare la richiesta di un consiglio straordinario o invece preferirà di portare fino alle estreme conseguenze la strada di una scelta unilaterale osteggiata dalla cittadinanza.

 

Di seguito la lettera dell’ASD Villa Gordiani in merito a quanto è accaduto venerdì 25 e nei precedenti incontri con l’Amministrazione Municipale

GRAVE ATTEGGIAMENTO DELLA GIUNTA DEL V MUNICIPIO
L’Amministrazione 5Stelle ha respinto la mozione popolare che chiedeva la sospensione dello smantellamento del Campo di Villa Gordiani

Questa mattina abbiamo assistito al Consiglio municipale in cui era fissata all’ordine del giorno la discussione su una mozione popolare presentata da alcune persone del quartiere che chiedeva sostanzialmente due cose: a) la sospensione della delibera di smantellamento del Campo; b) l’apertura di un percorso ufficiale che avesse come sbocco la definizione di un progetto di riqualificazione.
La mozione era stata presentata due settimane fa: nel Consiglio municipale della settimana scorsa ne era stata evitata la discussione ed anche quest’oggi la maggioranza del Movimento 5Stelle stava cercando di evitarla, ponendola all’ultimo punto in un ordine del giorno fittissimo. Quando ancora mancavano molto punti da discutere e meno di un’ora prima della chiusura della seduta, alcuni consiglieri dell’opposizione hanno chiesto di discutere la mozione: richiesta rifiutata dai 5Stelle. A quel punto gli abitanti di Villa Gordiani presenti in aula hanno aperto uno striscione chiedendo a gran voce di discutere la mozione: solo in questo modo si è ottenuto quanto desiderato.
Quanto accaduto in fase di discussione e voto ha dell’incredibile: tutti i partiti dell’opposizione hanno votato compatti a favore della mozione popolare, mentre la maggioranza 5Stelle ha votato contro, esplicitando così la palese mancanza di volontà di andare incontro alle richieste del quartiere di Villa Gordiani. Solo un consigliere 5Stelle ha votato a favore, mentre un’altra consigliera è uscita dall’aula in disaccordo con la posizione del proprio partito.

Vogliamo denunciare la chiusura dell’Amministrazione 5Stelle nei confronti della cittadinanza di Villa Gordiani: nonostante gli sforzi che in queste settimane abbiamo fatto come Asd Villa Gordiani per proporre una valida alternativa allo smantellamento, la Giunta Boccuzzi ha deciso di contrapporsi alle necessità del quartiere.

Abbiamo più volte spiegato in queste settimane le nostre ragioni e continueremo a farlo in ogni occasione: a) il Campo non può essere considerato abusivo in quanto creato dal Comune di Roma, affidato per decenni dal CONI prima e dallo stesso Comune poi, e inserito oggi nella lista degli impianti sportivi comunali; b) raccogliamo la volontà dell’Amministrazione e della Sovrintendenza di valorizzare l’area archeologica del Parco di Villa Gordiani, ma crediamo che questo non possa essere prioritario o da ostacolo allo sviluppo di attività sportiva e sociale su uno dei Campi storici della città di Roma; c) vogliamo portare avanti un progetto che è sì sportivo, ma soprattutto sociale, perché è rivolto alle classi popolari – che sono l’ampia maggioranza della popolazione del quartiere – attraverso lo sviluppo di una scuola calcio popolare (in futuro anche Polisportiva) che permetta l’accessibilità allo sport a tutti e tutte, soprattutto a quanti non possono permettersi di pagare gli enormi costi dello “sport tradizionale”.

Rimaniamo sempre aperti a qualsiasi forma di dialogo con l’Amministrazione, ma condanniamo fermamente questa chiusura nei confronti delle istanze del quartiere.

Ci diamo per vinti? MAI! Continueremo a lottare per difendere il Campo, che è un bene collettivo, e per restituirlo alla cittadinanza.

Invitiamo gli abitanti del quartiere, le associazioni e realtà che hanno a cuore la salvaguardia del Campo a prestare attenzione e partecipare alle attività pubbliche che proporremo nei prossimi giorni.

IL CAMPO DI VILLA GORDIANI NON SI TOCCA!

IL QUARTIERE HA BISOGNO DEL CAMPO
IL CAMPO HA BISOGNO DEL QUARTIERE!


Commenti

  Commenti: 1


  1. Mozione popolare? Presentata da tre soggetti interessati al progetto?

Commenti